Allegri spiega cosa è cambiato alla Juve con Vlahovic e Zakaria

L’allenatore bianconero dopo il successo sul Sassuolo: “Juve da scudetto? Le prime tre sono fuori portata, ci sarà un testa a testa con l’Atalanta per il quarto posto. Vlahovic e Zakaria si sono integrati bene, aggiungendoli abbiamo respirato aria fresca e nuova. Con i tre attaccanti possiamo fare bene, ma devono mettersi a disposizione della squadra”

GLI HIGHLIGHTS

Negli ultimi minuti la Juventus batte il Sassuolo regalandosi così la qualificazione alle semifinali di Coppa Italia. A decidere la gara è una grande giocata di Dusan Vlahovic, che concretizza così la possibilità di giocarsi una doppia sfida contro la sua ex Fiorentina, con in palio un posto in finale. Con il serbo è una Juve da scudetto? Allegri frena: “Siamo potenzialmente a 11 punti dall’Inter e a 7 dal Milan e dal Napoli. Bisogna fare la corsa sull’Atalanta che sarà il nostro prossimo avversario, vorranno riscattarsi per l’eliminazione dalla Coppa Italia e bisognerà farsi trovare pronti. Per noi la corsa Champions è importante e ci sarà un testa a testa con l’Atalanta fino all’ultima giornata. Le altre sono troppo lontane e fuori portata, bisogna quindi pensare alla Coppa Italia e al quarto posto”, le parole dell’allenatore bianconero dopo la vittoria sul Sassuolo.

“Vlahovic e Zakaria si sono integrati bene”

vedi anche



Vlahovic si regala la viola: Juve-Sassuolo 2-1

Ancora decisivo Vlahovic, schierato nuovamente dal primo minuto: “Siamo contenti degli arrivi di Dusan e Zakaria, che si sono integrati all’interno di una squadra solida che veniva da buoni risultati. Hanno delle caratteristiche che ci mancavano, aggiungendoli abbiamo respirato aria fresca e nuova. Siamo contenti di avere Vlahovic, deve migliorare perché deve essere più pulito nel gioco, ma questo fa parte della carriera di tutti i calciatori. La normalità, nella Juventus, è vincere le partite, l’entusiasmo c’è ma bisogna frenare l’euforia. La partita era praticamente finita quando abbiamo trovato il vantaggio, siamo stati anche un po’ fortunati in occasione del gol ma è vero che nel secondo tempo abbiamo avuto tante occasioni. Nel primo tempo abbiamo rallentato dopo il vantaggio, il Sassuolo ci ha messo in difficoltà e ha trovato il pareggio. Nel finale sembrava ci stessimo svegliando e in effetto così è stato in vista della ripresa”.  

“Tridente? Gli attaccanti devono mettersi a disposizione della squadra”

approfondimento



Tabellone Coppa Italia: Vlahovic ritrova la Viola

Con l’arrivo del serbo, Morata è stato schierato alla Mandzukic: “Giocando così parte da sinistra come Mario, seppur con caratteristiche diverse. Alvaro sta facendo bene e, in quella posizione, ci dà una mano. Ha sempre giocato con una punta di riferimento, girandogli intorno. Chiaramente di spalle non riesce a esprimersi al massimo, anche se ha fatto delle ottime prestazioni. È entrato bene, così come Locatelli e gli altri, nel secondo tempo la squadra ha avuto uno spirito diverso ed è stata più aggressiva, tutti hanno giocato meglio. Avere lui, Vlahovic e Dybala ci permette di fare bene, soprattutto se si mettono a disposizione della squadra. Poi abbiamo anche Kean che può ricoprire il ruolo di Morata, così come Bernardeschi che può giocare al posto di Paulo. L’importante è giocare sempre con lo spirito del secondo tempo. Nel calcio è impensabile giocare sempre pulito, soprattutto contro una squadra come il Sassuolo che, sul pulito, gioca al tuo stesso livello. Se riesci a sporcare un po’ la partita diventa tutto diverso”.  

We would love to say thanks to the writer of this short article for this remarkable web content

Allegri spiega cosa è cambiato alla Juve con Vlahovic e Zakaria

Debatepost