Condizionatori e termosifoni negli uffici pubblici, arriva la stretta: le temperature da rispettare

La battuta a effetto con cui Mario Draghi ha posto agli italiani l’alternativa tra la pace e il condizionatore acceso ha scatenato l’ironia dei naviganti del web e anche qualche polemica politica. Ma a Palazzo Chigi, dove si lavora per scongiurare gli effetti della crisi energetica innescata dal sanguinoso conflitto in Ucraina, a nessuno scappa da ridere. Il tema drammatico e il premier lo ha evocato con sofferta schiettezza: chi compra il gas di Mosca indirettamente finanzia la guerra. Enrico Letta ripete che bisogna smetterla di pagare la Russia perch con quei soldi massacra il popolo ucraino. E Draghi concorda. Se la guerra continua e l’Europa decider di tagliare il gas russo, l’Italia dovr essere pronta a fare la sua parte per dare pi chance alla pace.

Un piano operativo di razionamenti ancora non c’, perch scattata la pre-allerta ma non siamo ancora in allerta, n tantomeno in emergenza. Ma se Draghi all’inizio del conflitto era cauto ed evitava di mandare agli italiani messaggi ansiogeni, con l’escalation dell’orrore ha maturato la convinzione che la guerra sar lunga e che un governo serio debba usare un linguaggio di verit e preparare i cittadini anche allo scenario peggiore. Luci spente, motori del Paese al rallentatore, auto ferme, o quantomeno riduzione dei limiti di velocit.


Sprint sulle rinnovabili

Nulla di tutto questo ancora sul tavolo. Draghi non pronuncia la parola austerity e allontana lo spettro dei razionamenti, per molto preoccupato e insiste sul metodo: In una situazione cos grave tutti dobbiamo metterci qualcosa. Intanto accelera sulle energie rinnovabili e annuncia che forse gi nel prossimo consiglio dei ministri sbloccher le autorizzazioni alle nuove installazioni. Un segnale in direzione del risparmio arriva anche dalla Camera. In commissione Ambiente e Attivit produttive stato approvato un emendamento del M5S al decreto bollette che impone una stretta su termosifoni e condizionatori delle pubbliche amministrazioni. Dall’1 maggio al 31 marzo 2023 la media ponderata della temperatura negli edifici pubblici non dovr superare i 19 gradi pi 2 di tolleranza e, in estate, non dovr essere minore dei 27 gradi, con 2 di tolleranza. Il ministro Brunetta non era stato informato, ma favorevole al risparmio in un’ottica di responsabilit.

Governo-Sindacati

Sul fronte sociale, Draghi ieri ha incontrato i leader di Cgil, Cisl e Uil e confermato che il governo far tutto ci che necessario per difendere il potere d’acquisto. L’ultimo vertice coi sindacati c’era stato a ridosso di Natale. Ora il quadro cambiato: c’ la guerra e l’inflazione va verso il 6%. I sindacati sono preoccupati perch, come ha detto il segretario confederale della Cisl, Giulio Romani, il 60% dei contratti sono scaduti. E non si possono pi rinnovare seguendo l’indice Ipca depurato dei prezzi dell’energia, altrimenti i salari si impoveriscono. Le imprese, d’altra parte, non hanno margini per soddisfare le richieste dei sindacati. L’unica via resta quindi quella del taglio del cuneo fiscale, ma come finanziarlo? Il leader della Cgil, Maurizio Landini, ha rilanciato la richiesta di una patrimoniale sulle grandi ricchezze. Cisl e Uil hanno insistito sulla tassazione degli extraprofitti. Draghi ha quindi proposto di procedere con incontri a tre, coinvolgendo Confindustria e le altre associazioni imprenditoriali, per arrivare a soluzioni concordate: Un patto come metodo di lavoro, un dialogo permanente per affrontare il disagio e i problemi aperti. La Cisl esulta, perch vede il profilarsi di quel Patto sociale cui molto tiene e che Draghi aveva auspicato all’assemblea della Confindustria, ma che poi era naufragato sulle tensioni con Cgil e Uil, sfociate nello sciopero generale separato del 16 dicembre. Il premier ha annunciato che vedr Confindustria e poi, dopo Pasqua, si partir con il confronto a tre. Cgil e Uil sono pronte, ma con un atteggiamento pi cauto della Cisl. I sindacati hanno chiesto di aprire una discussione anche sulla riforma delle pensioni.

We wish to thank the author of this short article for this remarkable material

Condizionatori e termosifoni negli uffici pubblici, arriva la stretta: le temperature da rispettare

Debatepost