Covid, il bollettino del 16 marzo 2022: 72.568 casi e 137 morti

Sono 72.568 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 85.288. Le vittime sono invece 137 (ieri erano state 180). I decessi totali sono 157.314 dall’inizio della pandemia, il secondo più alto in Europa dopo la Gran Bretagna. I contagi totali sono 13,56 milioni. I ricoveri nei reparti normali sono diminuiti da 8.473 a 8.410. Diminuiti anche i letti di terapia intensiva: da 502 a 477. Sono 1.054.167 le persone attualmente positive al Covid, con un aumento di 18.043 nelle ultime 24 ore.

VALLE D’AOSTA

Dopo 83 giorni, tornano ad azzerarsi i ricoveri per Covid nella terapia intensiva dell’ospedale Parini di Aosta. I nuovi positivi rilevati nelle ultime 24 ore sono 71, a fronte di 21 guariti e 662 tamponi refertati. Gli attuali contagiati sono 1.042, Di cui 1.028 In isolamento domiciliare. I ricoverati sono 14, tutti nei reparti ordinari dell’ospdale Parini.
 

TRENTINO

Il bollettino giornaliero dell’Azienda provinciale dei servizi sanitari di Trento riporta tre decessi per Covid-19 nelle ultime 24 ore. Si tratta di due donne ultranovantenni, una delle quali deceduta in ospedale, e un uomo ultraottantenne, tutti e tre vaccinati e con altre patologie. I nuovi casi positivi sono 389, di cui 15 risultati positivi ai tamponi molecolari (su 304 test effettuati) e 374 all’antigenico (su 3.367 test effettuati). I casi attivi in provincia di Trento sono 3.133 (115 in più di ieri). Sul fronte ricoveri, si registrano 39 pazienti negli ospedali trentini, di cui due in rianimazione. Ieri sono stati registrati otto nuovi ingressi e due dimissioni.
I vaccini somministrati hanno raggiunto quota 1.197.300, di cui 425.930 seconde dosi e 321.564 terze dosi.

 

ALTO ADIGE

In Alto Adige si è verificato un nuovo decesso da Covid-19. Lo comunica l’Azienda sanitaria altoatesina che informa anche che sono 652 i nuovi casi di Covid accertati in Alto Adige. I laboratori dell’Azienda sanitaria nelle ultime 24 ore hanno effettuato 659 tamponi Pcr e registrato 30 nuovi casi positivi. Inoltre 622 test antigenici dei 4.578, eseguiti ieri, sono risultati positivi. Sono 54 (-6) i pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri e 31 quelli nelle strutture private convenzionate (postacuti), mentre rimane stabile a 3 il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva. Sono 13 (+3) i pazienti Covid-19 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco. Le persone in quarantena attualmente in Alto Adige sono 6.520, ovvero 127 in meno rispetto a ieri.

PIEMONTE

L’Unita ádi Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 2.811 nuovi casi, pari al 9,5% di 29.442 tamponi eseguiti, di cui 24.502 antigenici. Il totale dei casi positivi diventa 1.013.513, di cui 85.127 ad Alessandria, 46.557 ad Asti, 39.087 a Biella, 134.026 a Cuneo, 76.574 a Novara, 538.579 a Torino, 36.100 a Vercelli, 36.664 a Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 5.020 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 15.779 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 20 (-3 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 594 (-21 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 44.831. I tamponi diagnostici finora processati sono 16.087.832 (+29.442 rispetto a ieri).

Sono 4, nessuno di oggi, i decessi di persone con diagnosi di Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte. Il totale diventa quindi 13.138 deceduti risultati positivi al virus, 1.764 Alessandria, 786 Asti, 500 Biella, 1.597 Cuneo, 1.055 Novara, 6.271 Torino, 606 Vercelli, 424 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 135 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte. I pazienti guariti diventano complessivamente 954.930 (+1.735 rispetto a ieri), 79.626 Alessandria, 44.205 Asti, 37.310 Biella,127.765 Cuneo, 73.429 Novara, 511.330 Torino, 33.894 Vercelli, 34.393 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 3.875 extraregione e 9.103 in fase di definizione.
 

VENETO

Casi Covid in crescita in Veneto. Il rapporto quotidiano della Regione Veneto parla di 5.795 nuove infezioni registrate nelle ultime 24 ore per un totale di oltre 57mila persone attualmente positive. Superata la quota dei 14mila deceduti dall’inizio dell’emergenza ad oggi (14.008 per la precisione, nove in più rispetto a ieri). Praticamente invariato il numero dei ricoveri con 10 nuovi ingressi nelle aree mediche e quattro dismissioni dalle terapie intensive.
 

LOMBARDIA

Sono 8.138 i nuovi positivi in Lombardia a fronte di 72.948 tamponi effettuati (l’11,2%) e 11 le persone decedute. Lo comunica la Regione nel consueto bollettino sull’andamento della pandemia. Diminuiscono i ricoverati in terapia intensiva (71 in totale, -2) e i ricoverati non in terapia intensiva (809, -20). Il maggior numero di casi si e’ registrato nel Milanese con 2.962 casi, di cui 1.400 a Milano citta’. Questa la situazione nelle altre province: Bergamo 472; Brescia 893; Como 465; Cremona 240; Lecco 309; Lodi 146; Mantova 320; Monza e Brianza 709; Pavia 408; Sondrio 101; Varese 774

 

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.793 tamponi molecolari sono stati rilevati 358 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 6,18%. Sono inoltre 5.565 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 688 casi (12,36%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 9, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti calano e risultano essere 130. Per quanto riguarda l’andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia più colpita è quella 40-49 anni (18.45%), seguita dalla 50-59 (15.01%) e 20-29 (12.81%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 3 persone: un uomo di 95 anni di Trasaghis (deceduto in ospedale), una donna di 89 anni di Villa Santina (deceduta in ospedale) e infine un uomo di 82 anni di Gorizia (deceduto in casa).

Il numero complessivo dei decessi ammonta a 4.844, con la seguente suddivisione territoriale: 1.185 a Trieste, 2.306 a Udine, 922 a Pordenone e 431 a Gorizia. I totalmente guariti sono 294.988, i clinicamente guariti 193, mentre le persone in isolamento risultano essere 18.629. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 318.793 persone con la seguente suddivisione territoriale: 69.339 a Trieste, 131.882 a Udine, 77.062 a Pordenone, 35.804 a Gorizia e 4.706 da fuori regione. Il totale dei casi postivi è stato ridotto di 2 unità a seguito di 1 tampone molecolare negativo dopo test antigenico positivo e a seguito di 1 test positivo rimosso dopo la revisione del caso. Relativamente alle residenze per anziani del Friuli Venezia Giulia si registra il contagio di 49 ospiti e di 16 operatori.

LIGURIA

Sono 1.572 i nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Liguria a fronte di 11.137 tamponi effettuati, di cui 3.472 molecolari e 7.665 test rapidi antigenici. Quattro i  nuovi decessi avvenuti nei giorni scorsi ma registrati oggi. Nel bollettino quotidiano della Regione, 167 nuovi positivi si registrano nella provincia di Imperia, 258 a Savona, 862 a Genova (706 nell’Asl 3 e 156 nell’Asl 4), 283 a La Spezia.
 

EMILIA-ROMAGNA

Dall’inizio dell’epidemia, in Emilia-Romagna si sono registrati 1.223.601 casi di positività, 3.682 in più rispetto a ieri, su un totale di 20.783 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 10.263 molecolari e 10.520 test antigenici rapidi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 17,7%.

Si registrano 11 decessi: 3 in provincia di Reggio Emilia (una donna di 88 e due uomini di 81 e 93 anni); 2 in provincia di Modena (una donna di 74 e un uomo di 88 anni); 3 in provincia di Bologna (una donna di 96 e due uomini di 52 e 81 anni); 2 in provincia di Ravenna (una donna di 71, il cui decesso è stato registrato dall’Ausl di Forlì, e una di 89 anni); 1 fuori regione (una donna di 84 anni, il cui decesso è stato registrato dall’Ausl di Bologna). Non si registrano decessi in provincia di Piacenza, Parma, Circondario Imolese, Ferrara, Forlì-Cesena, Rimini. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 16.112.

I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 53 (invariato rispetto a ieri), l’età media è di 65,3 anni. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.015 (-30 rispetto a ieri, -2,9%), età media 74,5 anni. Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 2 a Piacenza (numero invariato rispetto a ieri), 4 a Parma (+1); 5 a Reggio Emilia (+1); 3 a Modena (-2); 23 a Bologna (invariato); 2 a Imola (-1); 4 a Ferrara (+1); 2 a Ravenna (invariato); 1 a Forlì (invariato); 1 a Cesena (invariato); 6 a Rimini (invariato).

L’età media dei nuovi positivi di oggi è di 41,8 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 975 nuovi casi (su un totale dall’inizio dell’epidemia di 252.116) seguita da Modena (447 su 189.574), Reggio Emilia (433 su 134.631); poi Ferrara (326 su 84.068), Rimini (316 su 120.208), Parma (313 su 99.727), Ravenna (302 su 112.520); quindi Cesena (214 su 69.144), Piacenza (142 su 66.008), Forlì (140 su 57.796) e, infine il Circondario Imolese con 74 nuovi casi di positività su un totale da inizio pandemia di 37.809.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 32.604 (+2.067). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 31.536 (+ 2097), il 96,7% del totale dei casi attivi. Le persone complessivamente guarite sono 1.604 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 1.174.885. Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 3 casi, positivi a test antigenico ma non confermati da tampone molecolare.
Quanto ai dati sulle quarantene in ambito scolastico, nell’ultima settimana, il numero di studenti in quarantena scende allo 0,1% del totale, quello del personale allo 0,02% sempre del totale.

 

TOSCANA

Sono 5.203 i nuovi casi registrati nelle 24 ore in Toscana su 30.993 test, di cui 7.861 tamponi molecolari e 23.132 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 16,79% (59,4% sulle prime diagnosi). Lo rende noto il presidente della Regione Eugenio Giani. Resta dunque sostenuto il rialzo dei contagi rispetto alle scorse settimane (+64% in sette giorni). In confronto a ieri i contagi sono in calo (erano 6.574), a fronte di un minor numero di test (erano 39.824), e il tasso di positività è leggermente superiore (era 16,51%).

UMBRIA

Salgono del 7,1 per cento in un giorno e tornano sopra quota 18 mila gli attualmente positivi al Covid in Umbria 18 mila 3 al 16 marzo, 1.187 in più di martedì. Ci sono altri due decessi mentre i ricoverati scendono a 171, da 172, e restano quattro i posti occupati nelle terapie intensive. Emerge dai dati sul sito della Regione. Nell’ultimo giorno sono stati accertati 2.303 nuovi casi e 1.114 guariti. Sono stati analizzati 3.001 tamponi e 8.717 test antigenici, per un tasso di positività del 19,65 per cento, era 18,95 martedì.

LAZIO

Sono 98.457 le persone attualmente positive nel Lazio, 8.756 più di ieri, di cui 1.030 ricoverati, 69 in terapia intensiva e 97.358 in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’epidemia i guariti sono 1.051.097 e i morti 10.611 su un totale di 1.160.165 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

MARCHE

Nelle ultime 24 ore sono stati individuati nelle Marche 2.424 casi di Covid-19 (484 i sintomatici), con 5.644 tamponi processati nel percorso diagnostico e un tasso di positività al 42,9% (ieri era al 44,2% con 3.271 casi); l’incidenza cumulativa su 100 mila abitanti è in forte crescita, passando da 862,99 a 908,16. Sono complessivamente 168 (+3) i pazienti assistiti negli ospedali delle Marche e 11 (-17) nei pronto soccorso in attesa di essere trasferiti nei reparti. Nelle terapie intensive ci sono 8 pazienti (-4) e il tasso di occupazione dei posti letto è al 3,1%; sono 46 (+2) i pazienti nelle aree di semi intensiva e 114 (+5) i ricoverati nei reparti non intensivi, con l’occupazione dei posti letto in area medica al 15,7%. Nelle ultime 24 ore è stata registrata una sola vittima correlata al Covid-19: una donna di 94 anni, affetta anche da altre patologie. Il bilancio dall’inizio della crisi pandemica è di 3.649 morti. Lo si apprende dal bollettino quotidiano del Servizio sanitario regionale.

ABRUZZO

“Sono 1.832 (di età compresa tra 3 mesi e 100 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza – al netto dei riallineamenti – a 283.507. Dei positivi odierni, 1.233 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 3 nuovi casi (si tratta di una 88enne e una 94enne della provincia dell’Aquila, mentre un caso è risalente ai giorni scorsi e comunicato solo oggi dalla Asl) e sale a 3035”. Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

“Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 247.045 dimessi/guariti (+874 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 33.427 (+941 rispetto a ieri), nel totale sono ricompresi anche 5.387 casi riguardanti pazienti di cui non si hanno notizie e sui quali sono in corso verifiche.

“274 pazienti (-10 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 12 (-1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 33.141 (+952 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 4.974 tamponi molecolari (2.119.983 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 9.957 test antigenici (3.089.368). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 12.26 per cento.Del totale dei casi positivi, 61.267 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+429 rispetto a ieri), 78.343 in provincia di Chieti (+456), 65.857 in provincia di Pescara (+340), 70.132 in provincia di Teramo (+542), 3.855 fuori regione (+20) e 4.053 (+31) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza”.
 

Made with Flourish

MOLISE

CAMPANIA

Sono 7.595 I nuovi casi registrati oggi in Campania su 42.581 test effettuati (29.768 antigenici e 12.813 molecolari). Le nuove positività sono state individuate da 6.208 tamponi antigenici e 1.387 molecolari. A darne notizia è l’unità di crisi della regione Campania aggiornando i dati alle 23:59 di ieri martedì 15 marzo.
Nel report odierno che tiene conto dell’aggiornamento sulle misure di quarantena e isolamento del Ministero della salute, sono indicati anche 4 decessi, uno nelle ultime 48 ore e i restanti avvenuti in precedenza ma registrati soltanto ieri. Sul fronte posti letto si segnalano 38 degenti in terapia intensiva e 574 pazienti ricoverati nei reparti ordinari Covid.
 

BASILICATA

Sono 834 i positivi emersi in Basilicata nella giornata di ieri, dopo l’esame di 3.597 tamponi (molecolari e antigenici): lo ha reso noto la task force regionale sulla pandemia, aggiungendo che sono state registrate altre 420 guarigioni. Negli ospedali lucani sono ricoverate 94 persone, delle quali due in terapia intensiva (una al San Carlo di Potenza e l’altra al Madonna delle Grazie di Matera). Per quanto riguarda le vaccinazioni (ieri ne sono state effettuate 781) sono “467.600 i lucani che hanno ricevuto la prima dose (84,5%), 440.193 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (79,6%) e 346.133 (62,6%) quelli che hanno ricevuto la terza”

Made with Flourish

PUGLIA

Il 17,8% dei 39.253 test processati in Puglia ha dato esito positivo. Si tratta di 6.999 nuovi casi di contagio, la gran parte dei quali rilevata nel leccese, dove si contano 2.111 infetti in più rispetto a ieri. Altre 2.043 positività sono state registrate in provincia di Bari, 800 nel foggiano, 766 in provincia di Taranto, 657 nel brindisino e 540 nella Bat. Altri 62 casi riguardano residenti fuori regione e di altri 20 non è nota la provincia di residenza. Gli attualmente positivi sono 87.416, di cui 542 ricoverati in area non critica Covid (7 in meno rispetto a ieri) e 22 in terapia intensiva (5 in meno rispetto a ieri). Le vittime del virus sono 17 che fanno salire a 7.838 Il totale dei decessi da inizio pandemia a oggi.
 

CALABRIA

Resta alto, in Calabria, il numero dei nuovi casi di coronavirus. Dopo l’impennata di ieri, con quasi 4.500 casi, oggi sono 3.405 in più, rispetto a ieri, le persone risultate positive al Covid su 13.756 tamponi eseguiti.
Nella regione, finora, sono stati effettuati 2.462.932 tamponi, finora le persone risultate positive al coronavirus sono 252.094 (ieri erano 248.689). Lo rende noto la Regione nel bollettino quotidiano dei dati relativi al Covid: rispetto a ieri scende il rapporto tra tamponi fatti e tamponi positivi (dal 25,41% al 24,75%). Dall’inizio dell’emergenza i decessi sono 2.197 (+6 rispetto a ieri), i guariti sono 193.522 (+1.445 rispetto a ieri), attualmente i ricoveri sono 336 in area medica (+7 rispetto a ieri) e 16 in terapia intensiva (dato invariato rispetto a ieri). Gli attualmente positivi sono 56.375 (+1.954).
 

SICILIA

Sono 6.002 i nuovi casi di Covid19 registrati ieri a fronte di 35.547  tamponi processati in Sicilia; ieri erano 6.099. Il tasso di positività scende al 17% ieri era al 19,6%. L’isola è al quarto posto per contagi. Gli attuali positivi sono 227.578 con un decremento di 5.817 casi. I guariti sono 13.388 mentre le vittime sono 29 portano il totale dei decessi a 9.796. Sul fronte ospedaliero sono 942 ricoverati con un caso in più rispetto a ieri, in terapia intensiva sono 62, tre casi in più rispetto a ieri. Questi i dati del contagio nelle singole province Palermo con 2.012 casi, Catania 878, Messina 972, Siracusa 607, Trapani 639, Ragusa 704, Caltanissetta 572, Agrigento 1.063, Enna 153.
 

SARDEGNA

In Sardegna si registrano oggi 2.589 ulteriori casi (di cui 2.050 diagnosticati da antigenico). Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 12.518 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 19 ( +1 ). I pazienti ricoverati in area medica sono 334 ( +6 ). 25765 sono i casi di isolamento domiciliare (+450). Si registrano 4 decessi: 1 donna di 79 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari; 2 donne di 78 e 100 anni, residenti nella provincia di Sassari, e 1 donna di 93 anni, residente nella provincia di Oristano.

We want to say thanks to the writer of this short article for this remarkable material

Covid, il bollettino del 16 marzo 2022: 72.568 casi e 137 morti

Debatepost