La figlia di Gilberto Simoni correrà nel team giovanile della Paternoster

Clarissa ha quasi 14 anni ed è la più piccola dei tre figli del trentino, due volte re del Giro nel 2001 e 2003. Indosserà la maglia della Eletta Academy, promossa e sostenuta dall’iridata della pista. Un team tutto al femminile per portare allo sport tante giovani. Paternoster: “Aiutiamo le ragazze a crescere insieme per diventare grandi”

E’ una delle realtà più interessanti del ciclismo giovanile italiano. Perché unisce tre realtà vincenti di un territorio, il Trentino, da sempre punto di riferimento delle due ruote: uno sponsor giovane (Eletta, leader della riqualificazione degli edifici); una fuoriclasse (Letizia Paternoster), iridata della pista; un gruppo illuminato di dirigenti, da Dario Broccardo (ex c.t. femminile) a Rossella Callovi (oggi c.t. juniores) alla d.s. Caterina Giurato, moglie dell’ex pro Stefano Casagranda (presidente del Velo Club di Borgo Valsugana e organizzatore della Coppa d’Oro, la gara simbolo della categoria allievi). Obiettivo: portare tante ragazze a fare sport, indirizzare al ciclismo le giovani che vogliono divertirsi e stare all’aria aperta. Nasce così la seconda stagione di Eletta Trentino Cycling Academy, la formazione trentina sostenuta da Letizia Paternoster e composta soltanto da cicliste: sono dodici, tra i 13 e i 15 anni, categorie esordienti e allieve. La presentazione sabato a Trento in piazza del Duomo. E tra loro c’è Clarissa Simoni, 14 anni a giugno, la terza figlia di Gilberto Simoni. Sì, proprio lui, il trentino vincitore del Giro d’Italia nel 2001 e 2003. La tradizione ciclistica di Palù di Giovo continua sempre, visto che corre pure Enrico, il fratello maggiore di 16 anni. La sorella più grande si chiama Sofia e ha 20 anni.

La famiglia Che storia, quella della famiglia Simoni. Gilberto, che ha festeggiato 50 anni nel 2021, e la moglie Arianna hanno gareggiato, in tempi diversi, con la maglia della Us Montecorona di Palù di Giovo diretta da Nino Marconi, figura storica del ciclismo trentino, da sempre al fianco di Francesco Moser. Arianna ha corso fino alle categorie juniores, quando il movimento femminile non era certo sviluppato come adesso. Si sono sposati e adesso la passione l’hanno trasmessa di figlio in figlio. Il debutto di Clarissa Simoni è previsto il 25 aprile a Dro (Trento), prima prova del campionato triveneto.

Le parole Così come è bello che una pluricampionessa come Letizia Paternoster, 22 anni, trentina di Revò in Val di Non, iridata su pista nell’eliminazione a Roubaix 2021 e stradista con la Trek-Segafredo, impegnata in questi giorni nelle classiche in Belgio, abbia voluto questo progetto tutto in rosa nel 2021. “Per emergere nello sport, come nella vita, è fondamentale crescere in un ambiente adeguato – racconta Letizia -. A questa età conta soprattutto imparare attraverso esperienze diversificate e con persone capaci di trasmettere esperienze e valori. Il progetto di Eletta Trentino Cycling Academy ha questo scopo: aiutare le ragazzine a crescere insieme per diventare grandi”. Nel 2021 la squadra ha vinto due medaglie ai campionati italiani e tre titoli provinciali.

La rosa Ecco le ragazze – Esordienti primo anno: Giada Dalvai, Arianna Galante, Sofia Tezzele. Esordienti secondo anno: Giada Caldonazzi, Clarissa Laghi, Asia Magagnotti, Michelle Pirola, Clarissa Simoni. Allieve: Cristina Cipriani, Giorgia Malcotti, Serena Pellegrini, Marta Piffer.

We would like to thank the writer of this short article for this remarkable content

La figlia di Gilberto Simoni correrà nel team giovanile della Paternoster

Debatepost