Da Raspadori a Scamacca: chi c’è sui gioielli del Sassuolo

L’amministratore delegato del Sassuolo fa il punto sui gioielli del club neroverde in un’intervista con la Gazzetta dello Sport: “Raspadori-Juve? Ottimo rapporto con i dirigenti bianconeri ma se lo vogliono devono spendere. Giacomo giocatore ideale per loro. Scamacca ha tante offerte, anche dalla Premier. Traoré piace al Napoli e in Inghilterra. Berardi il nostro campione, Maxime Lopez il più richiesto”

I MIGLIORI GIOCATORI IN SCADENZA DI CONTRATTO A GIUGNO

Nell’ultimo periodo non ho più parlato direttamente con la Juve di Raspadori, ma mi giunge voce di un loro interessamento. Se si faranno sentire, non ci troveranno impreparati. Anzi, ho un ottimo rapporto con la società e i suoi dirigenti. Però se vogliono Raspadori, devono rassegnarsi a spendere”. A parlare è Giovanni Carnevali. Nel corso di un’intervista con la Gazzetta dello Sport, l’amministratore delegato del Sassuolo ammette la possibilità che Raspadori passi in bianconero nella prossima estate e rivela un retroscena. “La Juve ci ha chiesto Raspadori alla fine del mercato estivo del 2021 ma non c’era tempo per imbastire la trattativa e loro presero Kean. Giacomo è il giocatore ideale per la Juve: per intelligenza umana e calcistica non mi priverei mai di lui. Quello alle spalle della prima punta è il posto migliore per lui:  ha talento e forza fisica. È ambidestro e bravissimo negli spazi stretti. Ha qualità incredibili”.

“Berardi il nostro campione, Scamacca ha tante offerte”

approfondimento



I più rivalutati: solo Gavi batte Vlahovic e Leao

L’ad del Sassuolo passa in rassegna poi la posizione degli altri gioiellini del club neroverde. “Berardi è il nostro campione – spiega – Squinzi voleva che fosse la bandiera del Sassuolo ed è proprio così”. Tanti gli interessamenti anche per Scamacca: “L’Inter ha manifestato il suo interesse, ma attenzione all’estero: Gianluca ha davvero tante offerte, pure dalla Premier. Però deve ancora crescere e forse avrebbe bisogno di stare un altro anno qui da noi”. Discorso valido anche per Frattesi: “Sta facendo un bel cammino, l’abbiamo preso tanti anni fa, ci è voluto un pochino di tempo ma adesso potete vedere come gioca”. Traoré invece “è sbocciato: Dionisi ha saputo dargli le motivazioni giuste. Piace al Napoli e in Premier League, sicuramente ha grandi qualità”.

“Per vendere si parte da 30 milioni”

Tra i segreti del Sassuolo, oggi decimo con 43 punti, c’è la panchina: ” Qui sono passati Allegri, Pioli, Di Francesco, De Zerbi – ricorda Carnevali – adesso c’è Dionisi che si sta dimostrando bravissimo. Il progetto di Squinzi mi aveva conquistato perché si poggiava su poche idee ma chiare. E tra queste, la scelta di un allenatore che sposasse la filosofia di un gioco piacevole e offensivo”. Plasmando tanti gioielli in campo: “Il Sassuolo ha una strategia chiara: accetta di privarsi di un giocatore quando è convinto di avere un sostituto all’altezza. Sa qual è il nostro calciatore con più richieste? Maxime Lopez. C’è una cifra base che vale per tutti i nostri giocatori più forti – ricorda Carnevali – si parte da 30 milioni e poi si valuta caso per caso. Il desiderio sarebbe di non vendere nessuno, ma è irrealizzabile“. E c’è spazio anche per una battuta sul suo contratto, in scadenza: “E se non rinnovo vado al mare e mi riposo per qualche mese”.

We would like to give thanks to the author of this write-up for this incredible material

Da Raspadori a Scamacca: chi c’è sui gioielli del Sassuolo

Debatepost