F1 2022: la FOM avrebbe posto il veto su una funzionalità

Realtà virtuale e cross-play sarebbero confermati per F1 2022, anche se quest’ultima ritarderebbe. Sulle supercar, veto FOM?

F1 2022 non è stato ancora annunciato ufficialmente ma le voci attorno al nuovo capitolo della serie motoristica continuano a circolare. Poche settimane fa erano filtrati i primi particolari sul titolo di Codemasters ed EA Sports, che avevano accennato ad un’edizione dalle funzionalità avveniristiche per dare il via ad una nuova era per il franchise. Oggi la stessa fonte arricchisce il quadro delle informazioni filtrate sin qui, confermandone alcune, mentre per altre le novità non sarebbero buone.

Il veto della FOM su F1 2022 —

Come riporta xFire, che per primo aveva parlato di supercar incluse per la prima volta nel gioco, F1 2022 le avrebbe ma queste sarebbero effettivamente limitate al solo single-player. Le supercar sarebbero state recintate dietro le modalità a tempo e durante la carriera, e per una ragione specifica. “La ragione fornita per quest’ultimo cambiamento è che Formula One Management (FOM), la compagnia operativa principale del Formula One Group, ha richiesto che l’inclusione delle supercar venisse ridimensionata”, spiega la fonte. “Non è chiaro se la FOM abbia preso questa decisione dopo il report originale, con molti nella vibrante e molto vocale community di F1 che hanno espresso il proprio dispiacere e criticato la mossa online. Ad ogni modo, sembra che la serie di giochi F1 rimarrà fermamente concentrata sulle gare d i Formula 1, almeno da una prospettiva multiplayer, per adesso”.

Il cross-play ritarda, addio Sochi —

Ci sarebbero altre brutte notizie circa le nuove funzionalità accennate nel rumor iniziale. Il cross-play, nello specifico, sarebbe stato “rinviato fino a dopo il lancio del gioco. Per essere chiaro, il cross-play è comunque ancora previsto per F1 2022; solo non sarà lì al lancio”. Il cross-play, lo ricordiamo, è la funzionalità che consente di giocare in multiplayer con i propri amici a prescindere dalla piattaforma: quando abilitato, permetterà di gareggiare online su PC, PlayStation e Xbox senza barriere. Chi non ci sarà invece è la pista di Sochi, che è stata rimossa dal calendario della Formula 1 in seguito alla guerra in Ucraina; Portimao e Cina arriveranno invece in una seconda fase, com’è capitato anche a Imola lo scorso anno.

VR e F1 Life —

Per il resto, sembrerebbe confermata l’assenza di una modalità storia (Braking Point aveva fatto il suo debutto in F1 2021), rimpiazzata da un hub utente chiamato F1 Life, in cui personalizzare il proprio avatar con oggetti di lusso e intrattenersi con le suddette supercar. La VR, ovvero la realtà virtuale, sarebbe invece confermata, a grande richiesta della community – anche se, per il momento, non vengono indicate le piattaforme che la supporterebbero. Quanto alla data d’uscita, non sembrano filtrare per il momento indiscrezioni di sorta, sebbene il mese di luglio già adottato per la scorsa edizione parrebbe la finestra di lancio più caldeggiata.

We would love to thank the writer of this article for this awesome material

F1 2022: la FOM avrebbe posto il veto su una funzionalità

Debatepost