Juve, la difesa è di nuovo blindata: ecco come Allegri ha ritrovato solidità

In Europa solo il Real Madrid subisce meno gol. Fondamentale il recupero del jolly Danilo, ma tra i segreti della fase difensiva bianconera c’è anche Morata

Solidità: Milan anestetizzato di squadra. Fortuna: palo di Ikoné. Bravura individuale: parata di Szczesny su Agudelo. Sia come sia, la Juventus di questi tempi prende gol ogni due ore abbondanti ed è il ritorno di un grande classico del calcio contemporaneo: la Juventus negli ultimi quattro mesi – diciamo da inizio novembre – ha subito solo 10 gol, come l’Inter. In tutta Europa, fa meglio una sola squadra, allenata da un signore già visto su questi schermi: il Real Madrid di Carlo Ancelotti.

Resistenza

—  

Ora, sulla Juventus 2021-22 si possono dire tante cose – gioca male, è un miracolo di resistenza alle avversità, può vincere lo scudetto oppure no – ma una certezza c’è: fare gol a Szczesny e Perin è tornata missione complicata. La Juve si difende spesso bassa, non ha paura di lasciare la palla ma dà sempre sensazione di solidità. Quando la attacchi, regge. Resiste a lunghi minuti senza possesso e sa mettere in fila porzioni di partita in cui resta tranquilla. La resistenza è il pane e burro di questa Juve, come dicono in Inghilterra: la base dei suoi risultati.

Morata e Vlahovic

—  

Allegri ha organizzato una Juve che si aiuta e lavora insieme. In questo Max ha avuto grande successo: la squadra lavora assieme, fa quello che l’allenatore chiede e difende in undici, attaccanti compresi. Vlahovic senza palla fa il suo – molto più di Ronaldo, per capirci – e Morata è una delle chiavi difensive perché disturba gli avversari e quando serve rientra a sinistra. Guardate la Juve in alcune situazioni difensive: a volte ha la forma di un 5-4-1, come all’andata a Vila-Real, con Morata centrocampista esterno. Allegri così si sente a suo agio: può aspettare l’avversario, ripartire con decisione e appoggiarsi a Vlahovic, numero 9 che difende palla, fa salire la squadra e dà profondità. Per questo lavoro, molto meglio lui di Morata. L’infortunio di Dybala, molto negativo per altri aspetti, in questo ha aiutato, perché Paulo difensivamente aiuta meno dei compagni. Con lui, la struttura difensiva andrebbe cambiata.

Cuadrado per due

—  

La Juve nella prima parte di stagione ha difeso spesso con due linee da quattro, diciamo con un 4-4-2 di base, mentre recentemente usa più spesso la vecchia linea a cinque, con Danilo e Cuadrado uomini chiave. Il brasiliano gioca in tutte le posizioni – destra, centro, sinistra, a tre e a due – e soprattutto ha piedi per palleggiare, intelligenza per leggere le situazioni e intervenire con mezzo secondo di anticipo. Cuadrado invece è l’uomo ideale per ruotare a destra: si abbassa per difendere da quinto e, quando la Juve ribalta il campo, è sempre tra i più pericolosi con dribbling e giocate in area. Un terzino e un’ala nello stesso corpo. Tutti in stagione hanno fatto la loro parte. Chiellini e Bonucci ottimi fino agli infortuni, De Sciglio non sempre sicuro ma di certo ritrovato, Rugani positivo quando chiamato in causa, ovviamente Szczesny decisivo in diverse sere, Spezia compreso.

Il comandante

—  

Matthijs de Ligt però è francamente un caso a parte. Gli infortuni di Bonucci e Chiellini forse lo hanno obbligato a diventare leader, di sicuro MDL sta giocando il suo miglior calcio in Italia. Aggredisce, salva nella sua area, è reattivo. Il salto di qualità da novembre è suo, più che di altri. A proposito, numeri: in questi quattro mesi, la Juve è seconda in Europa anche per tiri in porta concessi (primo non è il Real Madrid ma il regale Rennes) e prima per partite senza subire gol. In tutto questo, certo, servirebbe uno scatto offensivo. Più gioco, direbbero molti. Più cinismo, ribatterebbe Allegri. Di sicuro, più occasioni e più partite chiuse nei primi 60-70 minuti. Altrimenti sarà sempre sofferenza, acqua alla gola, avversari che bussano alla porta negli ultimi minuti. E quando tutti bussano, prima o poi qualcuno apre.

We would love to give thanks to the author of this post for this awesome content

Juve, la difesa è di nuovo blindata: ecco come Allegri ha ritrovato solidità

Debatepost