I 10 migliori boss di Elden Ring – eSports & Gaming

In un gioco pieno di boss, è davvero difficile scegliere quale sia il migliore: da Margit a Malena, ecco i migliori scontri in Elden Ring.

Elden Ring è uno dei migliori giochi del 2022 e questo rimarrebbe vero anche se il resto dell’anno fosse imbottito di capolavori da 10/10. Il mondo dell’Interregno è impregnato di mistero, lore profonda e nemici ostili dietro ogni angolo. Può sembrare soverchiante a volte ma, un’ambientazione dopo l’altra, vi ritroverete presto ad essere il vero e unico Elden Lord. O, in alternativa, potete capovolgere l’intero sistema ordito dalla Volontà Superiore, se lo preferite.

Elden Ring: i migliori boss —

Un gioco come Elden Ring richiede dozzine e dozzine di potenti, memorabili boss. Se contate ogni boss che abbia una barra della salute, allora ce ne sono più di 100. Non tutti sono coinvolgenti e memorabili, ovviamente, e questa è la ragione per cui abbiamo messo insieme i migliori dieci boss nel gioco. Questi sono i boss che non vorrete perdervi per una vera esperienza da Elden Ring.

10. Margit, il Presagio Implacabile —

Primo grande boss di Elden Ring, Margit, il Presagio Implacabile ha intimidito così tanto i giocatori che molti sono tornati a Sepolcride, alla Penisola del Pianto, a Caelid – fondamentalmente, in qualunque posto non fossero alla portata degli attacchi di Margit.

Caelid è senza dubbio un’area molto più tosta del Castello di Grantempesta, ma questo è il tipo di impressione che può destare Margit. I primi boss dei Souls non hanno spesso la sua varietà di schemi offensivi, che includono una selva rapida di colpi e lanci di pugnali in caso di ritirata. Questo potrà anche essere il primo vero boss del gioco, ma è anche uno dei più complessi.

9. Guardia Reale Loretta —

Lo spirito della Guardia Reale Loretta custodisce il Maniero Cariano e la strada verso Ranni, e questo potenzialmente iniziale incontro è molto più memorabile di quando si incontra Loretta, Cavaliere del Sacro Albero.

Guardia Reale Loretta

Con la build e lo stile di gioco giusti, incontrare la vera Loretta non è una grossa minaccia. Questo primo incontro è devastante però, dal momento che dovrete prestare attenzione a schivare i suoi incantesimi e i suoi attacchi fisici. Il pattern di Loretta è difficile da inquadrare ma combatterci per bene è una delle esperienze più soddisfacenti che Elden Ring abbia da offrire.

8. Belva meteoritica adulta —

In cima al Monte Gelmir, la Belva meteoritica adulta è in un campionato a parte quando messa a confronto con molti altri boss, semplicemente perché può buttarti giù dall’intero monte prima ancora che te ne accorga – ed è successo anche a voi, non provate a negarlo.

elden ring

Questa creatura può essere evitata interamente usando Torrente per saltare dalla cima del monte sul lato destro, ma sconfiggerla è di gran lunga molto più soddisfacente dopo una presentazione così dura.

7. Necrodrago Fortissax —

Amiamo combattere con un vero drago nei Souls, e il Necrodrago Fortissax potrebbe essere il miglior drago nel gioco – scusa Lord Draconico Placidusax, ti amiamo lo stesso.

Necrodrago Fortissax

Fortissax evoca e ti lancia contro fulmini e li dissemina per tutto il campo, il che rende la sfida incredibilmente ardua. Per fortuna, in movimento, non è così difficile – intimidisce giusto un po’. Una volta che avrete preso il ritmo giusto, riuscirete ad abbattere il Necrodrago Fortissax abbastanza facilmente, e non lo dimenticherete mai.

6. Mohg, Signore del Sangue —

Trovare il Palazzo di Mohgwyn è complicato già di per sé, con la quest di Varré che rappresenta l’unico modo per entrarci oltre ad un singolo portale nascosto in una delle aree finali del gioco. Ma, una volta trovata la strada, potrete finalmente battervi con Mohg, Signore del Sangue.

elden ring

Mohg lancia sangue e fiamme in tutta l’arena, colpendovi nel frattempo con un tridente vermiglio. Ha una figura imponente all’inizio, ma le cose si fanno ancora più serie quando gli spuntano delle ali e comincia a volare attorno al tempio mentre apre portali che sputano sangue e fiamme. Se non avete ottimizzato la vostra build prima di combattere con Mohg, è probabile che resterete qui per un bel po’.

5. Radahn il Flagello Celeste —

L’uomo, il mito, la leggenda. From Software ha provato a nerfarlo, ma è tornato al pieno delle sue forze nella patch successiva. Il fatto è che Radahn il Flagello Celeste intimidisce parecchio, specialmente se si arriva a Caelid prima di Liurnia, ma non è davvero così tosto a confronto con alcuni dei boss in questa lista.

Elden Ring Radahn

Potete evocare un grande numero di NPC al vostro fianco che potete usare per distrarre Radahn durante il combattimento. Per rendere le cose ancora più semplici, mentre siete a cavallo, usate il Bastone Meteoritico e Proiezione Rocciosa da una distanza di sicurezza per fargli tanto danno prolungato nel tempo. In questo modo la battaglia sarà assai più facile.

4. Maliketh la Lama Nera —

Maliketh è uno dei pochi boss di Elden Ring che è al 100% necessario per completare il gioco. Anche le migliori speedrun richiedono di entrare nella stanza di Maliketh, anche se tecnicamente il combattimento in sé non è più necessario.

Maliketh Elden Ring

Restando nel tema delle belve, la prima fase di questa creatura è la Belva Ecclesiastica, che è un combattimento molto meno memorabile. Maliketh, d’altro canto, è spietato, con attacchi devastanti che possono spazzare via il vostro personaggio.

3. Godfrey, Primo Lord Ancestrale —

L’enorme leone che sporge dalle spalle di Godfrey è uno dei personaggi più belli mai progettati da From Software, eppure né Godfrey, né il leone sono la vera ragione perché questi due si trovino nella nostra lista.

elden ring

Hoarah Loux è la seconda fase di Godfrey e inizia il combattimento con una incredibile powerbomb. Hoarah Loux può spargere fumo e strisciarci attraverso per prendervi nella sua morsa, e questa cosa è davvero incredibile. Facilmente una delle migliori boss fight in Elden Ring.

2. Radagon dell’Ordine Aureo —

L’incarnazione stessa dell’Anello Ancestrale frammentato, Radagon dell’Ordine Aureo è il boss finale del gioco, più o meno, ed è un combattimento capolavoro. Le lunghe sventagliate di Radagon si concludono con colpi rapidi verso di voi e bordate pesanti che vanno velocemente a segno. E dovreste preoccuparvi anche degli attacchi di fulmine che può sprigionare su tutto il campo.

elden ring radagon

Le sue capacità offensive sono stellari ma, ovviamente, c’è una seconda fase in questa battaglia, con l’imperscrutabile Belva Ancestrale. La Belva Ecclesiastica e Maliketh erano due metà, una delle quali poteva essere facilmente abbattuta. Qui avete l’esatto opposto, ed è questa la ragione per cui non dimenticherete mai lo scontro con Radagon e la Belva Ancestrale.

1. Malenia, Lama di Miquella —

Sapevate che sarebbe stata in cima alla classifica, vero? Malenia è stata un tema caldo fin dal lancio di Elden Ring, con tanti che hanno “finito” il gioco e non avevano la minima idea che ci fosse anche lei. Molto a nord dell’Interregno c’è il Sacro Albero, una fortezza che Malenia ha aiutato a coltivare in modo da rimpiazzare l’Albero Madre, e di cui si occupa per Miquella.

elden ring

Lei è una feroce spadaccina con combinazioni di attacchi che possono spazzare via la vostra difesa se non siete abbastanza veloci con le schivate. Ma, ovviamente, anche lei ha una seconda fase, in cui dovrete battervi con Malenia, Dea della Marcescenza. Qui le spunteranno delle ali putrescenti da farfalla, e inizierà a volare per tutta l’arena infliggendovi marcescenza e assorbendo, al contempo, la vostra salute. Questo combattimento è incredibile, ed è una scelta ovvia per la prima posizione.

Scritto da Dave Aubrey per GLHF

We would love to give thanks to the writer of this short article for this awesome material

I 10 migliori boss di Elden Ring – eSports & Gaming

Debatepost