Le dieci (più una) sorprese della 33ª giornata di Serie A

Da Gosens a Leao, passando per Dybala e Abraham: ecco i nostri consigli

Mario Ruggiero

Nuovo giro, nuova corsa. Da oggi inizia la trentatreesima giornata. Un campionato incerto su tutti i fronti, con capovolgimenti continui soprattutto in vetta alla classifica. Il turno parte con l’anticipo delle 19 Spezia-Inter e terminerà lunedì in Albis con Napoli-Roma e Atalanta-Verona. In mezzo tante sfide interessanti in questa abbuffata pre-pasquale: il Milan ospita il Genoa, la Juventus il Bologna, la Lazio il Torino. Andiamo ad analizzare le possibili dieci sorprese (più una) di questa giornata.

Spezia-Inter

—  

Due squadre pimpanti aprono il trentatreesimo turno di campionato: i liguri sono a un passo dal guadagnare la salvezza aritmetica realizzando una vera e propria impresa considerando il mercato bloccato. I nerazzurri non vogliono più fermarsi e vogliono mettere pressione ai rossoneri in cima alla classifica dopo aver ottenuto bottino pieno nelle ultime due giornate. Potrebbe essere l’occasione giusta per Gosens (28 milioni) di mettersi in evidenza alla prima gara da titolare con il Biscione.

Milan-Genoa

—  

Il Milan non incassa gol (cinque gare consecutive con porta inviolata) ma non segna nemmeno più (due gare senza reti). I rossoneri si sono infilati in un pericoloso imbuto, con l’Inter pronta ad approfittarne: serve una risposta concreta questa sera. Il Genoa non sarà vittima sacrificale ma dopo una grande striscia di risultati utili positivi, i liguri si sono sgretolati con due sconfitte consecutive. Ci affidiamo, quindi, a Leao (25 milioni): la sua imprevedibilità può essere la chiave di volta nello sbloccare un match che si preannuncia complesso.

Cagliari-Sassuolo

—  

I precedenti tra le due squadre parlano chiaro: il pareggio è quasi d’obbligo (10 pari su 15 incroci). Un punto sarebbe comunque manna dal cielo per gli isolani che hanno dilapidato l’ottimo lavoro svolto a febbraio con cinque sconfitte consecutive. I neroverdi hanno il miglior attacco del 2022 e non hanno intenzione di arrestarsi. Ci aspettiamo tanto dagli attaccanti delle due squadre. Come possibile sorpresa occhio a Leonardo Pavoletti (19 milioni), ex della sfida – in neroverde per due stagioni e mezzo – e che al Sassuolo ha già segnato quattro reti: seconda ‘vittima’ preferita dopo la Sampdoria.

Sampdoria-Salernitana

—  

Due squadre senza dubbio in difficoltà. Con Giampaolo il rendimento della Sampdoria non è cambiato: tre vittorie in dieci partite, ben cinque gare a secco di gol. È calato drasticamente il contributo di Candreva per i blucerchiati che vorranno cercare quantomeno di non perdere per non essere risucchiati. La Salernitana si aggrappa a uno dei suoi calciatori di maggiore qualità, Simone Verdi (16 milioni), che ha un buon ‘score’ contro la Sampdoria: quattro reti, la squadra a cui ha segnato di più in Serie A, ma non ha mai fatto gol al Marassi.

Udinese-Empoli

—  

I bianconeri stanno vivendo un discreto momento di forma: due vittorie consecutive e segnano con regolarità. Tuttavia peserà – non poco – l’assenza di Beto nel cuore dell’attacco friulano. L’Empoli vuole scacciare via l’incubo della mancata vittoria (quindici turni senza successi, otto pareggi e sette sconfitte) e meritava bottino pieno già contro lo Spezia: i toscani si affidano alle invenzioni di Bajrami (21 milioni) per invertire la rotta.

Fiorentina-Venezia

—  

Insieme allo Spezia, il Venezia è la squadra che ha concesso più rigori quest’anno in Serie A (undici). Un dato che stuzzica la fantasia dei fantallenatori, con Biraghi – Piatek e Cabral (rigoristi principali in casa Fiorentina) pronti ad approfittarne. Puntiamo proprio sull’attaccante brasiliano (24 milioni), apparso finalmente in forma, e gran mattatore del successo viola contro il Napoli. Arancioneroverdi in crisi nera: sei sconfitte consecutive, a un passo dall’eguagliare il record negativo del 1966/1967 dove i lagunari hanno raccolto sette k.o. di fila.

Juventus-Bologna

—  

I padroni di casa hanno rialzato subito la testa dopo il match perso contro l’Inter. Bianconeri che hanno ottenuto più punti di tutti – al pari del Milan – nel girone di ritorno, rossoblù Arnautovic-dipendenti (ultimi cinque gol segnati tutti realizzati dal centravanti austriaco). Paulo Dybala (34 milioni) ha spesso fatto male in passato al Bologna partecipando attivamente a otto gol – sette reti e un assist – negli ultimi undici incroci tra le due squadre.

Lazio-Torino

—  

Lazio in ripresa e reduce da due vittorie consecutive dopo il derby perso in malomodo. Una sola vittoria nelle ultime dieci gare, invece, per il Torino che palesa difficoltà realizzative non di poco conto (dieci gare senza mai segnare più di un gol e quattro senza realizzarne uno). Felipe Anderson (21 milioni) non è apparso molto brillante recentemente – ultimo gol a inizio marzo – ma contro i granata si scatena: cinque reti segnate e ‘vittima’ preferita per il brasiliano che, ad oggi, è sempre sceso in campo nelle trentadue giornate di campionato.

Napoli-Roma

—  

Si sfidano i due migliori marcatori del 2022 in Serie A: da una parte Victor Osimhen (38 milioni), sette gol, dall’altra Tammy Abraham (33 milioni), nove reti. Gli azzurri arrivano al match dopo la brutta sconfitta maturata in casa contro la Viola, i giallorossi sono imbattuti da undici gare (7 vittorie e 4 pareggi) e arrivano con il morale a mille dopo i successi contro Salernitana e Bodo Glimt.

Atalanta-Verona

—  

Chiude l’abbuffata pasquale di Serie A la sfida tra Atalanta e Verona. I nerazzurri arrivano dall’eliminazione in Europa League e da un rendimento interno pessimo. I gialloblù – al contrario – hanno saputo tener testa a tutti in stagione creando non poche difficoltà alle squadre di vertice. E’ una gara da ‘tripla’. L’assenza di Barak (33 milioni) non passa inosservata: senza il ceco il rendimento dei gialloblù è da salvezza stentata. Le speranze, quindi, degli ospiti sono concentrate sul recupero del forte calciatore, attualmente il miglior realizzatore del torneo tra i centrocampisti.

We would like to thank the writer of this post for this incredible content

Le dieci (più una) sorprese della 33ª giornata di Serie A

Debatepost