LIVE MotoGP, GP Qatar 2022 in DIRETTA: pole di Martin, 2° Bastianini, 9° Bagnaia. Griglia di partenza

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA GRIGLIA DI PARTENZA DEL GP DEL QATAR 2022 DI MOTOGP

PROGRAMMA GP QATAR: COME VEDERE LA GARA, ORARI E TV

LA CRONACA DELLE QUALIFICHE

PROGRAMMA E ORARI WARM-UP E GARA DI DOMENICA 6 MARZO

FRANCESCO BAGNAIA: “CENTRARE LA TOP-5 IN GARA UN BUON RISULTATO”

ENEA BASTIANINI: “SONO CONTENTISSIMO, INIZIATO BENE IL WEEKEND”

JORGE MARTIN: “CONTENTO PER LA POLE, PER PENSARE ALLA VITTORIA MI SERVE UNO STEP”

MARC MARQUEZ: “CONTENTO DELLA PRIMA FILA, IN GARA SARA’ TUTTO DIVERSO”

FABIO QUARTARARO: “SENZA GRIP AL POSTERIORE SI FA FATICA”

ALEIX ESPARGARO: “PECCATO NON AVER RAGGIUNTO LA POLE”

MARC MARQUEZ L’UOMO DA BATTERE, INIZIO IN SALITA PER LA DUCATI

JORGE MARTIN ED ENEA BASTIANINI, TALENTI PURI

LA CLASSIFICA DELLE VELOCITA’ DI PUNTA

LA CRONACA DELLE QUALIFICHE DELLA MOTO2: CELESTINO VIETTI IN POLE POSITION

LA CRONACA DELLE QUALIFICHE DELLA MOTO3

VIDEO HIGHLIGHTS QUALIFICHE MOTOGP

VIDEO HIGHLIGHTS QUALIFICHE MOTO2

16.52 Grazie per averci seguito, appuntamento a domani per warm-up e gara. Un saluto sportivo

16.49 Mir e Rins potrebbero risalire di prepotenza con le Suzuki, mentre appaiono in evidente difficoltà le Yamaha: Quartararo e Morbidelli non hanno convinto né sul giro secco né sulla distanza. Il gap motoristico nei confronti delle rivali si sta rivelando una zavorra notevole.

16.47 Martin e Bastianini si confermano due piloti dal talento cristallino: domani potrebbero dare fastidio a tutti anche sulla lunga distanza. Il passo migliore lo ha però mostrato la Honda nel corso delle FP4, dunque non sarà facile per nessuno battere un rinato Marc Marquez.

16.46 Bagnaia ha pagato 4 decimi dalla pole. La scelta di entrare in pista per primo con l’ultimo treno di gomme soft nuove non si è rivelata felice. Dopodiché si è anche innervosito vedendo Marquez tallonarlo come un’ombra alle sue spalle. E’ un Mondiale che inizia in salita.

16.44 Ai primi due posti troviamo una Ducati Pramac ed una Ducati Gresini, dunque una sonora scoppola per il team ufficiale: purtroppo non è la prima volta che accade. Marc Marquez è stato furbo a prendere la scia di Bagnaia ed a strappare una preziosa prima fila: domani sarà l’uomo da battere.

16.43 Martin, con il tempo di 1’53″051, ha preceduto Bastianini di 0.147 e Marc Marquez di 0.272. Seguono Miller, Aleix Espargarò, Pol Espargarò, Binder, Mir, Bagnaia, Rins, Quartararo, Morbidelli.

16.41 SECONDO BASTIANINI, CHE GIRO! Paga 0.147 da Jorge Martin, che ottiene la prima pole-position stagionale. Solo 9° Bagnaia, inizio di Mondiale difficile per il centauro piemontese.

16.40 Pol Espargarò sale in quarta piazza, 6° Mir. Bagnaia è 7°. Bastianini è avanti 0.027 al terzo intermedio!

16.38 Jorge Martin al comando in 1’53″011, che tempone! Rifila 0.272 a Marquez, poi Miller e Binder. Bagnaia scivola al 5° posto e non si sta migliorando.

16.37 Marquez sfrutta con grande furbizia la scia di Bagnaia e si porta al comando in 1’53″283, 128 millesimi meglio proprio dell’italiano. Ma ora si stanno migliorando tutti…

16.34 Solo Bagnaia e Marquez in pista al momento, gli altri attendono ai box.

16.33 Cambio gomme per Bagnaia, che rientra in pista. Nella sua scia si piazza Marc Marquez…

16.31 Miller si prende la vetta in 1’53″411, poi Pol Espargarò a 0.096 e Martin a 0.139. 4° Marquez, 5° Bastianini, 6° Aleix Espargarò, 7° Bagnaia, 8° Rins, 9° Quartararo, 10° Morbidelli, 11° Mir, ancora nessun tempo per Binder.

16.30 Marquez ha beneficiato della scia di Mir nell’ultimo settore.

16.29 BAGNAIA SECONDO! Chiude a 0.135 da Marc Marquez! 3° Miller a 0.261: eccola la Ducati!

16.29 1’53″566 per Marc Marquez, subito al comando.

16.26 Gomme soft per tutti,  usate per Quartararo che ha già disputato la Q1.

16.25 INIZIATA LA Q2! 15 minuti per decretare il primo poleman della stagione.

16.23 Tra i papabili non può mancare Marc Marquez, ma anche Pol Espargarò con la Honda ha fatto benissimo sin qui. Non va sottovalutato Aleix Espargarò con l’Aprilia, attenzione anche alle Suzuki che ieri hanno impressionato anche sul giro secco con le soft.

16.22 Per quanto visto finora, la pole sembra fuori portata per Bagnaia: vedremo se riuscirà a stupirci con un guizzo al momento giusto. Di sicuro la Ducati non ha ancora trovato il bandolo della matassa.

16.21 Alle 16.25 la Q2 che definirà la griglia di partenza. Regna grande incertezza, la pole potrebbe decidersi per una manciata di centesimi.

16.18 Zarco è dunque terzo e primo degli esclusi: partirà 13°. Gli italiani: 5° Bezzecchi, 7° Marini, 10° Dovizioso, 11° Di Giannantonio.

16.17 Binder in extremis afferra la prima posizione in 1’53″512. 2° Quartararo a 0.142: passano dunque il sudafricano ed il francese. Al campione del mondo è andata di lusso per il giro cancellato a Zarco…

16.15 Zarco aveva realizzato un tempone, ma gli è stato cancellato per non aver rallentato in regime di bandiere gialle.

16.14 Quartararo finisce lungo in frenata e vanifica il primo tentativo.

16.14 Si stanno migliorando in maniera importante Zarco e Quartararo.

16.13 Caduta per Darryn Binder, ormai fuori dai giochi.

16.11 I piloti tornano in pista per gli ultimi tentativi.

16.08 Al momento supererebbero il taglio Quartararo e Binder, ma ai piloti resta ancora un treno di gomme soft da impiegare per attaccare il tempo.

16.07 Binder è secondo a soli 0.057 da Quartararo. Per ora il miglior italiano è Bezzecchi, quarto. In difficoltà Dovizioso, 13°.

16.05 Ruggisce Fabio Quartararo: 1’53″654 per il campione del mondo, rifila 0.126 a Zarco.

16.04 1’53″780, Zarco si mette subito in testa con 0.135 sul rookie Bezzecchi.

16.03 Fernandez, Binder e Gardner sono gli unici a montare una mescola media all’anteriore e una soft al posteriore. Doppia soft per tutti gli altri.

16.01 15 minuti la durata della Q1, solo i primi due classificati accederanno alla Q2. Gli altri saranno relegati dalla 13ma posizione in poi sulla griglia di partenza.

16.00 Iniziata la Q1 con Dovizioso, Zarco, Marini, Vinales, Quartararo, Fernandez, Nakagami, Brad Binder, Darryn Binder, Di Giannantonio, Bezzecchi, Alex Marquez, Gardner e Oliveira.

15.58 Fatica anche la Yamaha, che paga dazio alla scarsa potenza del motore sul rettilineo.

15.55 Al di là del miglior tempo fatto segnare da Zarco, le risposte migliori in termini di passo gara le ha ottenute la Honda in queste FP4. Marc Marquez domani potrà certamente lottare per la vittoria. La Ducati fatica a trovare l’assetto ideale, al momento Bagnaia sta faticando molto in questo fine settimana. In particolare le risposte sono state negative sia con la soft sia soprattutto con la media al posteriore.

15.53 11° Mir, 12° Martin, 13° Vinales, 14° Miller, 15° Morbidelli, 16° Bezzecchi, 18° Marini, 19° Rins, 22° Dovizioso, 23° Di Giannantonio.

15.51 Concluse le FP4. Zarco davanti a tutti, 2° Nakagami a 0.296, 3° Aleix Espargarò a 0.388. Completano la top10 Quartararo, Pol Espargarò, Binder, Oliveira, Bagnaia, Marc Marquez e Bastianini.

15.50 Si migliora Zarco, 1’54″420: per lui coppia di gomme soft.

15.49 Si scuote la Ducati, almeno con la Pramac non ufficiale: 1’54″622 per Zarco, è in testa.

15.48 La Honda non ufficiale di Nakagami prende la vetta in 1’54″716, 0.092 di margine.

15.47 Si rialza Bagnaia, non ci siamo proprio. La Ducati non riesce a trovare la giusta soluzione per il passo.

15.45 Aprilia in vetta con Aleix Espargarò! 1’54″808, 0.002 di vantaggio sul fratello Pol!

15.44 Risale Bagnaia con la gomma media nuova al posteriore: è quinto a soli 20 millesimi dalla vetta, classifica cortissima…

15.43 Aleix Espargarò sale in seconda posizione con l’Aprilia a 0.009 da Pol Espargarò.

15.41 Gli italiani: 8° Bastianini, 12° Morbidelli, 13° Bagnaia, 19° Bezzecchi, 21° Marini, 22° Dovizioso, 23° Di Giannantonio.

15.39 Ora Bagnaia prova a trovare la quadra montando una gomma media al posteriore, mentre resta una soft all’anteriore.

15.37 In questa fase Honda e KTM sugli scudi in termini di passo gara.

15.35 Quartararo, con la media al posteriore, gira sul passo dell’1’55″0.

15.33 Pol Espargarò comanda davanti a Binder, Marc Marquez, Oliveira, Martin, Quartararo, Bastianini, Nakagami, Zarco e Miller. 11° Mir, poi Morbidelli e Bagnaia.

15.32 Il passo di Morbidelli e Bagnaia con le soft non è ottimale.

15.31 Honda sugli scudi. Ora è Pol Espargarò a portarsi in vetta in 1’54″810. 2° Binder con la KTM a soli 8 millesimi.

15.30 Quartararo sale in seconda piazza a 2 decimi da Marquez. Bagnaia è 9° a 0.481.

15.29 Marc Marquez si migliora: 1’54″831: che passo per lo spagnolo…

15.28 Bagnaia stava effettuando un buon giro, poi ha commesso un errore.

15.26 Marc Marquez prende la vetta con 0.120 su Martin e 0.160 su Zarco. 8° Bagnaia, 9° Bastianini.

15.15 1’55″343 per Miller, al comando con la Ducati.

15.24 Quartararo ha scelto una media al posteriore, doppia soft per Marc Marquez e Morbidelli.

15.22 Anche le Suzuki hanno optato per le gomme soft. Problemi alla moto per Darryn Binder.

15.21 Coppia di gomme soft per Bagnaia.

15.20 Iniziate le FP4!

15.16 Le FP4 dureranno 30 minuti, dopodiché sarà tempo di qualifiche.

15.12 Le FP4 saranno molto importanti per provare le moto e le gomme in vista della gara di domani, anche se si gareggerà con temperature più basse.

15.08 Va peraltro rimarcato come Casey Stoner sia stato l’unico centauro in grado di vincere su due moto diverse. L’australiano ha ottenuto i primi tre successi in sella alla Ducati, mentre l’ultimo è stato raccolto sulla Honda.

15.03 LOSAIL – VITTORIE TOP CLASS
4 – STONER Casey [AUS] (2007, 2008, 2009, 2011)
4 – ROSSI Valentino [ITA] (2005, 2006, 2010, 2015)
3 – LORENZO Jorge [SPA] (2012, 2013, 2016)
2 – DOVIZIOSO Andrea [ITA] (2018, 2019)
2 – VIÑALES Maverick [SPA] (2017, 2021 Qatar)
1 – GIBERNAU Sete [SPA] (2004)
1 – MARQUEZ Marc [SPA] (2014)
1 – QUARTARARO Fabio [FRA] (2021 Doha)

15.00 Sono quattro gli uomini in attività a vantare nel proprio palmares una vittoria a Losail. Hanno trionfato 2 volte Andrea Dovizioso (2018, 2019) e Maverick Viñales (2017, 2021). Inoltre si sono in posti in 1 singola occasione anche Marc Marquez (2014) e Fabio Quartararo (2021).

14.53 I piloti più vincenti a Losail sono Casey Stoner e Valentino Rossi, entrambi issatisi a quota 4 affermazioni. L’australiano si è imposto nel 2007, 2008, 2009 e 2011, mentre il Dottore lo ha fatto nel 2005, 2006, 2010 e 2015. Come si può notare, il centauro nativo di Southport detiene il primato di successi consecutivi, essendo l’unico riuscito a realizzare un filotto di tre vittorie. Al tempo stesso, l’italiano possiede il record di longevità, avendo primeggiato nell’arco di un decennio.

14.50 La classe regina ha disputato 18 gare a Lusail, una in meno rispetto alle categorie inferiori. Questo perché nel 2020 la competizione venne cancellata a causa della rampante pandemia di Covid-19. Moto2 e Moto3 poterono scendere in pista comunque, in quanto piloti e team erano già presenti in loco prima della “stretta” sui viaggi internazionali. Va inoltre rimarcato come, delle 18 prove mandate in scena, “solo” 17 abbiano avuto la denominazione di GP di Qatar. Lo scorso anno, infatti, si disputò un double header allo scopo di recuperare l’annullato GP d’Argentina. Pertanto è stato aggiunto un estemporaneo Gran Premio di Doha.

14.43 Il palcoscenico del primo dei ventuno atti programmati per questa stagione sarà il Lusail International Circuit, dove si disputerà il Gran Premio del Qatar. Il contesto mediorientale è ormai diventato abituale per il campionato iridato, essendo entrato in calendario nell’ormai lontano 2004. Dal 2007 ha assunto il ruolo pressoché fisso di opening della nuova annata agonistica e, dal 2008, può godere dello status di unica gara in notturna dell’intera stagione. Andiamo, dunque, a scoprire le statistiche e le curiosità legate all’appuntamento.

14.34 Rins, Marc Marquez, Mir, Martin, Bastianini, Pol Espargarò, Morbidelli, Bagnaia, Miller ed Aleix Espargarò sono i piloti già qualificati per la Q2. A sorpresa Fabio Quartararo dovrà transitare dalla Q1.

14.23 La classifica combinata delle prove libere:

1 42 A.RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’54.978 16 1’53.432 16 1’54.798 11
2 93 M.MARQUEZ SPA Repsol Honda Team HONDA 1’55.137 17 0.035 0.035 1’53.467 16 1’55.097 4
3 36 J.MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’55.371 13 0.147 0.112 1’53.579 15 1’54.576 15
4 89 J.MARTIN SPA Pramac Racing DUCATI 1’55.688 13 0.220 0.073 1’53.652 15 1’54.619 17
5 23 E.BASTIANINI ITA Gresini Racing MotoGP DUCATI 1’55.768 14 0.358 0.138 1’54.013 13 1’53.790 15
6 44 P.ESPARGARO SPA Repsol Honda Team HONDA 1’55.126 17 0.371 0.013 1’53.963 13 1’53.803 15
7 21 F.MORBIDELLI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP YAMAHA 1’55.294 17 0.413 0.042 1’53.845 18 1’55.431 11
8 63 F.BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team DUCATI 1’56.112 14 0.423 0.010 1’53.971 15 1’53.855 15
9 43 J.MILLER AUS Ducati Lenovo Team DUCATI 1’55.745 13 0.438 0.015 1’53.870 15 1’55.326 17
10 41 A.ESPARGARO SPA Aprilia Racing APRILIA 1’55.378 5 0.454 0.016 1’53.886 15 1’55.016 3
11 20 F.QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP YAMAHA 1’55.600 17 0.474 0.020 1’53.906 16 1’53.939 15
12 33 B.BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’54.851 15 0.579 0.105 1’54.247 14 1’54.011 16
13 30 T.NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU HONDA 1’54.907 16 0.606 0.027 1’54.038 17 1’55.154 10
14 88 M.OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’55.470 16 0.621 0.015 1’54.053 14 1’54.404 15
15 5 J.ZARCO FRA Pramac Racing DUCATI 1’55.960 4 0.673 0.052 1’54.565 19 1’54.105 16
16 4 A.DOVIZIOSO ITA WithU Yamaha RNF MotoGP Team YAMAHA 1’55.895 16 0.721 0.048 1’54.153 17 1’55.193 15
17 73 A.MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL HONDA 1’55.385 17 1.043 0.322 1’54.475 14 1’55.402 15
18 12 M.VIÑALES SPA Aprilia Racing APRILIA 1’55.815 16 1.092 0.049 1’54.524 13 1’54.658 14
19 10 L.MARINI ITA Mooney VR46 Racing Team DUCATI 1’56.540 10 1.383 0.291 1’55.775 12 1’54.815 15
20 25 R.FERNANDEZ SPA Tech3 KTM Factory Racing KTM 1’56.660 11 1.452 0.069 1’54.884 14 1’55.690 12
21 72 M.BEZZECCHI ITA Mooney VR46 Racing Team DUCATI 1’57.430 14 1.468 0.016 1’54.900 16 1’55.191 15
22 49 F.DI GIANNANTO ITA Gresini Racing MotoGP DUCATI 1’56.753 8 1.470 0.002 1’55.371 13 1’54.902 14
23 87 R.GARDNER AUS Tech3 KTM Factory Racing KTM 1’56.262 16 1.497 0.027 1’54.929 16 1’55.116 14
24 40 D.BINDER RSA WithU Yamaha RNF MotoGP Team YAMAHA 1’57.347 13 1.951 0.454

14.20 Ben ritrovati amici di OA Sport. Dalle 15.20 seguiremo le FP4 del GP del Qatar 2022. Poi alle 16.00 le qualifiche.

LA CRONACA DELLA FP3

CLASSIFICA TEMPI FP3

CRONACA FP2 MOTO2

12.12: Appuntamento quindi alle 15.20 per la FP4 a precedere le qualifiche previste dalle 16.00 italiane. Un saluto dalla redazione di OA Sport.

12.11: Uno scatto d’orgoglio per Bagnaia e la Ducati che è riuscito a trovare un buon tempo sul giro singolo, anche se i problemi permangono nel pacchetto.

12.10 La classifica combinata delle prove libere:

1 42 A.RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’54.978 16 1’53.432 16 1’54.798 11
2 93 M.MARQUEZ SPA Repsol Honda Team HONDA 1’55.137 17 0.035 0.035 1’53.467 16 1’55.097 4
3 36 J.MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’55.371 13 0.147 0.112 1’53.579 15 1’54.576 15
4 89 J.MARTIN SPA Pramac Racing DUCATI 1’55.688 13 0.220 0.073 1’53.652 15 1’54.619 17
5 23 E.BASTIANINI ITA Gresini Racing MotoGP DUCATI 1’55.768 14 0.358 0.138 1’54.013 13 1’53.790 15
6 44 P.ESPARGARO SPA Repsol Honda Team HONDA 1’55.126 17 0.371 0.013 1’53.963 13 1’53.803 15
7 21 F.MORBIDELLI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP YAMAHA 1’55.294 17 0.413 0.042 1’53.845 18 1’55.431 11
8 63 F.BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team DUCATI 1’56.112 14 0.423 0.010 1’53.971 15 1’53.855 15
9 43 J.MILLER AUS Ducati Lenovo Team DUCATI 1’55.745 13 0.438 0.015 1’53.870 15 1’55.326 17
10 41 A.ESPARGARO SPA Aprilia Racing APRILIA 1’55.378 5 0.454 0.016 1’53.886 15 1’55.016 3
11 20 F.QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP YAMAHA 1’55.600 17 0.474 0.020 1’53.906 16 1’53.939 15
12 33 B.BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’54.851 15 0.579 0.105 1’54.247 14 1’54.011 16
13 30 T.NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU HONDA 1’54.907 16 0.606 0.027 1’54.038 17 1’55.154 10
14 88 M.OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’55.470 16 0.621 0.015 1’54.053 14 1’54.404 15
15 5 J.ZARCO FRA Pramac Racing DUCATI 1’55.960 4 0.673 0.052 1’54.565 19 1’54.105 16
16 4 A.DOVIZIOSO ITA WithU Yamaha RNF MotoGP Team YAMAHA 1’55.895 16 0.721 0.048 1’54.153 17 1’55.193 15
17 73 A.MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL HONDA 1’55.385 17 1.043 0.322 1’54.475 14 1’55.402 15
18 12 M.VIÑALES SPA Aprilia Racing APRILIA 1’55.815 16 1.092 0.049 1’54.524 13 1’54.658 14
19 10 L.MARINI ITA Mooney VR46 Racing Team DUCATI 1’56.540 10 1.383 0.291 1’55.775 12 1’54.815 15
20 25 R.FERNANDEZ SPA Tech3 KTM Factory Racing KTM 1’56.660 11 1.452 0.069 1’54.884 14 1’55.690 12
21 72 M.BEZZECCHI ITA Mooney VR46 Racing Team DUCATI 1’57.430 14 1.468 0.016 1’54.900 16 1’55.191 15
22 49 F.DI GIANNANTO ITA Gresini Racing MotoGP DUCATI 1’56.753 8 1.470 0.002 1’55.371 13 1’54.902 14
23 87 R.GARDNER AUS Tech3 KTM Factory Racing KTM 1’56.262 16 1.497 0.027 1’54.929 16 1’55.116 14
24 40 D.BINDER RSA WithU Yamaha RNF MotoGP Team YAMAHA 1’57.347 13 1.951 0.454

12.09 La classifica delle FP3:

1 23 Enea BASTIANINI ITA Gresini Racing MotoGP DUCATI 1’53.790 15 15 350.6
2 44 Pol ESPARGARO SPA Repsol Honda Team HONDA 1’53.803 15 15 0.013 0.013 350.6
3 63 Francesco BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team DUCATI 1’53.855 15 16 0.065 0.052 348.3
4 20 Fabio QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP YAMAHA 1’53.939 15 15 0.149 0.084 340.6
5 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’54.011 16 16 0.221 0.072 345.0
6 5 Johann ZARCO FRA Pramac Racing DUCATI 1’54.105 16 17 0.315 0.094 347.2
7 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’54.404 15 17 0.614 0.299 340.6
8 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’54.576 15 16 0.786 0.172 347.2
9 89 Jorge MARTIN SPA Pramac Racing DUCATI 1’54.619 17 17 0.829 0.043 348.3
10 12 Maverick VIÑALES SPA Aprilia Racing APRILIA 1’54.658 14 15 0.868 0.039 345.0
11 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’54.798 11 13 1.008 0.140 347.2
12 10 Luca MARINI ITA Mooney VR46 Racing Team DUCATI 1’54.815 15 15 1.025 0.017 347.2
13 49 Fabio DI GIANNANTONIO ITA Gresini Racing MotoGP DUCATI 1’54.902 14 15 1.112 0.087 347.2
14 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing APRILIA 1’55.016 3 14 1.226 0.114 347.2
15 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team HONDA 1’55.097 4 18 1.307 0.081 346.1
16 87 Remy GARDNER AUS Tech3 KTM Factory Racing KTM 1’55.116 14 16 1.326 0.019 342.8
17 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU HONDA 1’55.154 10 16 1.364 0.038 346.1
18 72 Marco BEZZECCHI ITA Mooney VR46 Racing Team DUCATI 1’55.191 15 16 1.401 0.037 350.6
19 4 Andrea DOVIZIOSO ITA WithU Yamaha RNF MotoGP Tea YAMAHA 1’55.193 15 17 1.403 0.002 343.9
20 43 Jack MILLER AUS Ducati Lenovo Team DUCATI 1’55.326 17 20 1.536 0.133 345.0
21 40 Darryn BINDER RSA WithU Yamaha RNF MotoGP Tea YAMAHA 1’55.383 14 15 1.593 0.057 345.0
22 73 Alex MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL HONDA 1’55.402 15 17 1.612 0.019 346.1
23 21 Franco MORBIDELLI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP YAMAHA 1’55.431 11 12 1.641 0.029 340.6
24 25 Raul FERNANDEZ SPA Tech3 KTM Factory Racing KTM 1’55.690 12 14 1.900 0.259 341.7

12.08: A sorpresa fuori dalla top-10 il francese Quartararo con la Yamaha, che ha cercato di ottenere un riferimento interessante in questa FP3, ma non è stato sufficiente per quanto detto sulle condizioni della pista.

12.06: Molto bravo Bastianini che, nonostante le temperature più alte, è riuscito a migliorare, cosa che altri non hanno fatto o scelto di non fare per l’impossibilità di non fare una super prestazione per le variabili climatiche.

12.04: E dunque qualificati nella Q2 saranno Rins, Marc Marquez, Mir, Martin, Bastianini, Pol Espargaró, Franco Morbidelli, Francesco Bagnaia, Miller e Aleix Espargaró.

12.02: Di seguito l’ordine dei tempi della FP3:

POS # RIDER GAP

1

23

E. BASTIANINI

1:53.790

2

44

P. ESPARGARO

+0.013

3

63

F. BAGNAIA

+0.065

4

20

F. QUARTARARO

+0.149

5

33

B. BINDER

+0.221

6

5

J. ZARCO

+0.315

7

88

M. OLIVEIRA

+0.614

8

36

J. MIR

+0.786

9

89

J. MARTIN

+0.829

10

12

M. VIÑALES

+0.868

 

BANDIERA A SCACCHI!!!

12.00: FUOCHI D’ARTIFICIO!!!!! Bastianini si porta davanti a tutti con il crono di 1:53.790 a precedere di 0.013 la Honda dello spagnolo Pol Espargaró e di 0.065 Francesco Bagnaia (Ducati).

11.59: 1’53″855 per Bagnaia che si conferma in vetta, rintuzzando l’attacco di Quartararo (+0.093). Terzo Binder a 0.213 con la KTM.

11.57: Bagnaia si porta in vetta!!! Colpo gobbo del piemontese che si porta in vetta a questa FP3 a precedere di 0.425 Oliveira e di 0.462 Zarco, peccato per Bastianini che ha esegarato all’ultima curva andando oltre…

11.55: Miller migliora il proprio riscontro e ottiene il crono di 1:55.326 con due hard, mentre si sta per lanciare Bagnaia con due soft.

11.53: 1:55.539 per Miller che migliora, ma rimane in 17ma piazza e lontano dalla vetta con 1.098 dal vertice.

11.52: In pista Miller con una coppia di hard con la Ducati.

11.50: 10′ al termine della FP3 e sarà importante per capire gli equilibri visto che tutti cercheranno il tempo con le gomme morbide.

11.49: Di seguito l’ordine dei tempi:

POS # RIDER GAP

1

5

J. ZARCO

1:54.441

2

20

F. QUARTARARO

+0.353

3

42

A. RINS

+0.357

4

12

M. VIÑALES

+0.404

5

33

B. BINDER

+0.426

6

36

J. MIR

+0.466

7

41

A. ESPARGARO

+0.575

8

44

P. ESPARGARO

+0.584

9

23

E. BASTIANINI

+0.618

10

93

M. MARQUEZ

+0.656

 

11.46: ATTENZIONE! Cancellato il tempo a Bastianini per essere andato oltre i limiti della pista, mentre Zarco si porta al comando con il crono di 1:54.441.

11.45: BASTIANINI!!!!! Super tempo del romagnolo della Ducati Gresini Racing MotoGP e si porta in vetta con il crono di 1:54.641 a precedere di 0.053 Zarco e di 0.153 Quartararo.

11.44: ZARCO! Il francese della Ducati Pramac si porta davanti a tutti con il crono di 1:54.694 a precedere di 0.100 Quartararo e di 0.109 Rins.

11.42: Lo scatto di Quartararo! Con una coppia di soft, il francese della Yamaah si porta in vetta in 1:54.794 e Binder è terzo con la KTM a 0.073. Il quadro si fa più variegato.

11.41: Migliora Bagnaia che ora è 14° a 0.534 con la Ducati.

11.41: Mir migliora il proprio riscontro e si avvicina al compagno di squadra Rins, distante ora di 0.104, mentre spinge ora moltissimo Pol Espargaro con la Honda.

11.40: Bagnaia migliora un po’ la sua prestazione, ma rimane molto lontano: 20° Pecco a 1.139. In tutto questo, da segnalare il quarto posto di Zarco con la Ducati Pramac a 0.214, la miglior rossa del lotto.

11.39: Da segnalare la caduta in curva-6 di Franco Morbidelli con la Yamaha.

11.36: “In questo momento non abbiamo la prestazione, abbiamo problemi in inserimento di curva. I due piloti non hanno confidenza con il davanti e siamo lontani dai rivali. In questo momento è un problema di bilanciamento“, parla chiaro il Team Manager di Ducati, Davide Tardozzi ai microfoni di Sky Sport.

11.34: Due cose da segnalare: le due Suzuki vanno fortissimo e Rins e Mir sono gli unici ad aver infranto il muro dell’1:55; nella top-10 abbiamo un distacco dal primo al decimo di 0.324. Davvero incredibile.

11.32: Riparte nel frattempo Bagnaia con la Ducati con due gomme soft. Rossa in difficoltà in inserimento di curva.

11.30: Di seguito l’ordine dei tempi aggiornato:

POS # RIDER GAP

1

42

A. RINS

1:54.803

2

36

J. MIR

+0.108

3

41

A. ESPARGARO

+0.213

4

44

P. ESPARGARO

+0.222

5

20

F. QUARTARARO

+0.235

6

33

B. BINDER

+0.236

7

23

E. BASTIANINI

+0.256

8

93

M. MARQUEZ

+0.294

9

88

M. OLIVEIRA

+0.298

10

5

J. ZARCO

+0.324

 

11.28: Bagnaia rientra ai box e la 23ma posizione non entusiasma di certo a 1.967 dalla vetta. In questo momento risale la china Fabio Quartararo con la Yamaha in quinta piazza a 0.235 con due soft. Settimo Bastianini, il migliore italiano con la Ducati del Gresini Racing a 0.256 con una soft e una media.

11.26: Le Suzuki si portano al comando: Rins guida con il crono di 1:54.803 a precedere di 0.108 Mir. Aleix Espargaro con l’Aprilia è a 0.213. La migliore Ducati in questo momento è quella di Zarco a in sesta piazza a 0.324, mentre Marc Marquez è quinto a 0.294. Bagnaia solo 22° a 1.967.

11.24: Lo spagnolo Aleix Espargaro con l’Aprilia si porta in vetta con il tempo di 1:55.016 mettendosi alle spalle di 0.227 lo spagnolo Jorge Martin su Ducati Pramac e la Suzuki di Alex Rins a 0.270. Marc Marquez settimo con una coppia di medie a 0.560 e Bagnaia 20° a 1.881.

11.22: Arrivano i primi riferimenti cronometrici: Alex Rins con la Suzuki comanda con il crono di 1:55.562 a precedere di 0.497 su Zarco e 0.708 su Quartararo. Il francese della Yamaha con due soft, mentre Bagnaia 14° a 1.335.

11.20: Per quanto riguarda le Suzuki: Joan Mir con due soft e Alex Rins con una soft e una medium.

11.19: Sessione diurna per i piloti per cui se ne dovrà tener conto. Bagnaia in pista con una coppia di soft, Marc Marquez con una soft e una hard.

11.17: Tutti in pista per sondare le condizioni dell’asfalto qatariano.

11.15: VIA ALLA FP3!!! Saranno 45′ molto importanti. 

11.14: Ducati che ieri ha avuto problemi con l’elettronica, legata all’erogazione della potenza.

11.11: 26°C a Losail, temperature miti. Dati funzionali per le rifiniture sugli assetti.

11.08: Parlando della pista, il tracciato qatarino è una pista molto sinuosa e veloce con pochi rettilinei; in effetti la maggior parte delle curve sono raccordate direttamente tra di loro. Questo tracciato impegna in maniera abbastanza significativa l’impianto frenante, con la prima staccata dopo il traguardo particolarmente impegnativa. Si tratta, infatti, di una delle staccate più difficili del mondiale che richiede secondo i tecnici della Brembo al pilota di applicare alla leva una forza pari a 8 kg e con un “salto di velocità” di ben 250 km/h.

11.05: “Mi dava un po’ più di margine, mi permetteva di avere più costanza nella velocità, ci permette di essere più concentrati su altri aspetti. Sono contento di questa scelta e della fiducia reciproca tra me e la Ducati. Preferisco questo motore, mi piace più di quello vecchio e più di quello nuovo. Abbiamo visto la sua potenza nei test. Non è quello del 2021, è un ibrido con quello nuovo, non si tratta del vecchio motore. Non era la prima volta che lo usavo, l’avevo provato in più di un circuito. Con questo motore sono più costante, ma non più veloce, è la scelta giusta per tutti. La caduta nelle Libere 1? Il circuito di Doha non è mai al top nelle prime prove e la gomma anteriore era fredda“, le parole di Bagnaia a Sky Sport rispetto all’uso del motore 2022 con specifica diversa e all’andamento delle libere.

11.02: Si tratta di una scelta adoperata personalmente dai piloti: una preferenza di configurazione, dunque, rivolta a quella dei test di Jerez rispetto a quelli (più recenti) svolti in Malesia, probabilmente per una questione di feeling e guidabilità. Vedremo nel prosieguo del weekend se la scelta dei piloti Ducati si rivelerà o meno fruttuosa.

10.59: È comunque importante sottolineare un dettaglio tecnico della Ducati che Bagnaia e Miller stanno usando in pista: come rivelato da Sky Sport, entrambi i piloti hanno scelto di usare il motore 2022 con la configurazione, però, relativa ai test di Jerez (svolti, ricordiamo, alla fine del 2021).

10.56: Non si tratta di certo di una sessione negativa, avendo raggiunto la top 10 sia Francesco Bagnaia che Jack Miller; tuttavia, non sono riusciti ad andare oltre la sesta posizione per l’australiano (+0.438 dal miglior tempi di Alex Rins) e la decima per l’azzurro (+0.539).

10.53: Il venerdì, con le prime due sessioni di prove libere non si è concluso come da aspettativa, per certi versi, per entrambi i piloti del team italiano.

10.50: C’era molta attesa in MotoGP e, in particolare, in casa Ducati per questo nuovo inizio di stagione.

10.47: Un venerdì davvero importante per la Suzuki che, come detto, aveva grande interesse per capire il proprio livello rispetto ai rivali. Dopo i test invernali che, come spesso capita, tendono a mischiare la carte, l’esordio stagionale risulta sempre molto più veritiero.

10.44: Alex Rins, dopotutto, ha concluso al comando le prime due sessioni di prove libere con il tempo di 1:53.432, precedendo per appena 35 millesimi Marc Marquez (con una Honda a sua volta davvero interessante), ma al terzo posto troviamo proprio Joan Mir in 1:53.579 a 147 millesimi dal compagno di team.

10.41: Quello che, fino a pochi mesi fa, era il vero e grande “tallone d’Achille” per le moto nipponiche, ora è diventato un punto di forza. I due piloti spagnoli, infatti, sul lunghissimo rettilineo qatariota (1.068 metri) filavano alla grandissima, sfidando alla pari persino i temibili motori delle Ducati.

10.38: Sul tracciato di Lusail (e non più Losail) le due Suzuki hanno impressionato sotto molteplici punti di vista. La GSX-RR ha confermato tutti i suoi punti forti degli ultimi anni, ma ha mosso un passo in avanti davvero notevole a livello di potenza del motore e velocità di punta.

10.35: Bene, al termine delle prime due sessioni di prove libere del Gran Premio del Qatar, appuntamento inaugurale del Mondiale MotoGP 2022, Alex Rins e Joan Mir possono davvero sorridere. Senza facili trionfalismi, certo, ma il discorso non cambia.

10.32: Osservata speciale sarà la Suzuki. Tra le scuderie che cercavano maggiori conferme dopo i test pre-stagionali, non possiamo non annoverare la Suzuki. La Casa di Hamamatsu, infatti, voleva capire se effettivamente la nuova moto (la GSX-RR) poteva ribadire anche quando conta i miglioramenti messi in mostra nelle sessioni di Sepang e Mandalika.

10.28: Sulla pista di Lusail i team e i piloti lavoreranno alacremente per affinare tutti i dettagli in vista delle qualifiche odierne e della gara di domani.

10.25: Buongiorno e bentrovati alla DIRETTA LIVE delle prove libere 3 del GP del Qatar, primo round del Mondiale 2022 di MotoGP.

PROGRAMMA TV8 QUALIFICHE: A CHE ORA VEDERLE IN CHIARO

GP QATAR 2022 OGGI: ORARI E DIRETTA TV FP3, FP4 E QUALIFICHE SU SKY

LA DIRETTA LIVE DI FP3 E QUALIFICHE DI MOTO3 ALLE 9.25 E 13.30

LA DIRETTA LIVE DI FP3 E QUALIFICHE DI MOTO2 ALLE 10.20 E 14.25

FRANCESCO BAGNAIA: “QUESTO E’ IL MOTORE CON CUI VOGLIAMO VINCERE. PROBLEMI ALL’AVANTRENO, SAPPIAMO IL MOTIVO”

VIDEO MARC MARQUEZ: “LA NUOVA HONDA VA GUIDATA IN MANIERA PULITA, ALTRIMENTI SI SBAGLIA”

MOTOGP SU TV8: A CHE ORA VEDERE IN CHIARO QUALIFICHE E GARA DI SABATO E DOMENICA

LA CRONACA DELLE FP2 DI MOTOGP

RISULTATI E CLASSIFICA FP1 MOTOGP

RISULTATI E CLASSIFICA FP2 MOTOGP

LA CRONACA DELLE FP1

E’ NATA LA FIGLIA DI VALENTINO ROSSI

LA SOLUZIONE TECNICA DELLA DUCATI CHE I TEAM VOGLIONO BANDIRE

MARC MARQUEZ: “CONTENTO DELL’INIZIO, MA SUL PASSO GARA SIAMO INDIETRO”

ALEX RINS: “SARA’ UNA DURA LOTTA PER LA VITTORIA”

JOAN MIR: “LA MOTO HA UN’OTTIMA BASE, STIAMO FACENDO UN GRAN LAVORO”

VIDEO HIGHLIGHTS PROVE LIBERE MOTOGP

DISSOLTO IL VANTAGGIO TECNICO DI FINE 2021 DELLA DUCATI?

MARC MARQUEZ FA PAURA

IL SALTO DI QUALITA’ DELLA SUZUKI

FRANCESCO BAGNAIA CON L’ASSETTO DI FINE 2021

JACK MILLER: “MI FIDO AL 100% DEI TECNICI”

FRANCO MORBIDELLI: “IL MIGLIOR VENERDI’ DALL’INFORTUNIO”

ENEA BASTIANINI: “PECCATO PER L’ULTIMO GIRO LANCIATO”

FABIO QUARTARARO: “NON HO FEELING CON LA MOTO”

JORGE MARTIN: “STIAMO FACENDO FATICA”

VIDEO HIGHLIGHTS PROVE LIBERE MOTO2

VIDEO HIGHLIGHTS PROVE LIBERE MOTO3

VIDEO L’ABBASSATORE DELLA DUCATI

VIDEO LA CADUTA DI FRANCESCO BAGNAIA

VIDEO: LE DICHIARAZIONI DEI PILOTI SUZUKI

17.00 Grazie per averci seguito, ma rimanete su OA Sport. Troverete cronache, classifiche, analisi, video, approfondimenti, dichiarazioni e tanto altro. Un saluto sportivo!

16.58 La classifica delle FP2:

1 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’53.432 16 17 355.2
2 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team HONDA 1’53.467 16 17 0.035 0.035 352.9
3 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’53.579 15 16 0.147 0.112 354.0
4 89 Jorge MARTIN SPA Pramac Racing DUCATI 1’53.652 15 17 0.220 0.073 352.9
5 21 Franco MORBIDELLI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP YAMAHA 1’53.845 18 19 0.413 0.193 348.3
6 43 Jack MILLER AUS Ducati Lenovo Team DUCATI 1’53.870 15 16 0.438 0.025 351.7
7 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing APRILIA 1’53.886 15 15 0.454 0.016 351.7
8 20 Fabio QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP YAMAHA 1’53.906 16 17 0.474 0.020 343.9
9 44 Pol ESPARGARO SPA Repsol Honda Team HONDA 1’53.963 13 14 0.531 0.057 354.0
10 63 Francesco BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team DUCATI 1’53.971 15 17 0.539 0.008 348.3
11 23 Enea BASTIANINI ITA Gresini Racing MotoGP DUCATI 1’54.013 13 14 0.581 0.042 354.0
12 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU HONDA 1’54.038 17 17 0.606 0.025 350.6
13 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’54.053 14 16 0.621 0.015 347.2
14 4 Andrea DOVIZIOSO ITA WithU Yamaha RNF MotoGP Tea YAMAHA 1’54.153 17 18 0.721 0.100 346.1
15 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’54.247 14 15 0.815 0.094 348.3
16 73 Alex MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL HONDA 1’54.475 14 15 1.043 0.228 351.7
17 12 Maverick VIÑALES SPA Aprilia Racing APRILIA 1’54.524 13 14 1.092 0.049 354.0
18 5 Johann ZARCO FRA Pramac Racing DUCATI 1’54.565 19 19 1.133 0.041 352.9
19 25 Raul FERNANDEZ SPA Tech3 KTM Factory Racing KTM 1’54.884 14 16 1.452 0.319 346.1
20 72 Marco BEZZECCHI ITA Mooney VR46 Racing Team DUCATI 1’54.900 16 16 1.468 0.016 348.3
21 87 Remy GARDNER AUS Tech3 KTM Factory Racing KTM 1’54.929 16 16 1.497 0.029 347.2
22 49 Fabio DI GIANNANTONIO ITA Gresini Racing MotoGP DUCATI 1’55.371 13 17 1.939 0.442 352.9
23 10 Luca MARINI ITA Mooney VR46 Racing Team DUCATI 1’55.775 12 13 2.343 0.404 350.6
24 40 Darryn BINDER RSA WithU Yamaha RNF MotoGP Tea YAMAHA 1’55.915 14 15 2.483 0.140 345.0

16.57 Ricordiamo che domani, nel corso delle FP3 che si disputeranno in pieno sole, sarà pressoché impossibile migliorare i tempi odierni. Dunque Bagnaia dovrebbe aver arpionato per il rotto della cuffia il pass per la Q2. Speriamo che, come ci ha spesso abituato nel 2021, riesca a salire di colpi durante il fine settimana: il gap da colmare nei confronti di Suzuki e Honda non è esiguo (+0.539).

16.54 Oggi ci ha impressionato la Honda. Una moto più maneggevole rispetto al passato, con un motore potenziato: non è un caso che non solo Marc Marquez stia andando fortissimo, ma anche Pol Espargarò. La Suzuki fa paura, perché ora sembra diventata competitiva anche sul giro secco. La Ducati invece non ha iniziato come aveva finito il 2021: al momento deve inseguire.

16.51 Un venerdì all’insegna degli spagnoli, come evidenzia la classifica: quattro iberici ai primi quattro posti. Per ora gli italiani sono distanti, ma il week-end è lungo. Di sicuro Suzuki e Honda sono le moto con la messa a punto migliore, mentre la Ducati sta facendo davvero fatica a trovare l’assetto ideale, facendo i conti con mancanza di grip all’anteriore. Yamaha meglio sul passo che sul giro secco.

16.50 Da segnalare il 17° posto di Maverick Vinales (Aprilia), sonoramente sconfitto nel confronto diretto con il compagno Aleix Espargarò, 7°.

16.49 Gli altri italiani: 11° Bastianini, 14° Dovizioso, 20° Bezzecchi, 22° Di Giannantonio, 23° Marini.

16.47 Concluse le FP2 con Alex Rins (Suzuki) davanti a tutti in 1’53″432. 2° Marc Marquez (Honda) a 0.035, 3° Joan Mir (Suzuki) a 0.147. Seguono Martin, Morbidelli (che nel finale ha piazzato la zampata), Miller, Aleix Espargarò, Quartararo, Pol Espargarò e Bagnaia. Questa la top10.

16.46 Si salva Bagnaia, chiude 10°. Ma non è stato un buon venerdì per la Ducati, per niente: c’è un abisso nei confronti di Suzuki e Honda.

16.45 Rins si riporta al comando con 0.035 su Marquez. Bagnaia potrebbe salvare la top10 in extremis.

16.43 Marc Marquez si riprende la vetta: 1’53″467. E’ una super Honda. 2° Rins a 0.070. Bagnaia è 8° e rischia tanto, perché non si sta migliorando.

16.42 Martin è 2° a 0.115, 5° Bagnaia a 0.434, ma ora si stanno migliorando tutti.

16.42 Bagnaia si sta migliorando, ma non ha il passo dei primi.

16.41 Mir si migliora, ma resta terzo a 0.278 da Rins.

16.40 Rientra Bagnaia con gomme soft nuove. Ricordiamo che è fondamentale chiudere queste FP2 tra le prime 10 posizioni.

16.39 Rins al comando con 0.174 su Marquez e 0.439 su Mir. Suzuki e Honda sugli scudi. Che fatica per Franco Morbidelli, 18° a 1″698.

16.37 Rientra ai box Bagnaia, va invece a rilanciarsi Quartararo.

16.37 C’è stato un contatto tra Gardner e Miller, la Commissione Gara lo valuterà al termine delle prove.

16.35 Risale Bagnaia, è 7° a 0.812. Il distacco è ancora notevole nei confronti dei migliori, ma qualche miglioramento si vede. Una Ducati difficile da mettere a punto.

16.35 Rins al comando con 0.174 su Marquez! Lampo della Suzuki!

16.33 Quattro spagnoli ai primi quattro posti: Marquez, Mir, Pol Espargarò e Martin. 5° Quartararo, 6° Bastianini. Vediamo ora Bagnaia se riuscirà a scuotersi con gomme soft.

16.32 Marc Marquez sbaraglia la concorrenza in 1’53″711: rifila 265 a Mir. La Honda si sta profilando come la moto da battere.

16.32 Mir vola in vetta in 1’53″976, 65 millesimi su Pol Espargarò. Ma arriva Marc Marquez…

16.31 Ora tutti i piloti in pista con gomme soft, è caccia al tempo!

16.30 SkySport riporta che Bagnaia si è lamentato con la squadra per mancanza di grip all’anteriore.

16.29 Joan Mir sale in seconda posizione a 0.346 da Pol Espargarò.

16.28 Bagnaia è fermo ai box, si sta lavorando all’assetto della Ducati. E’ evidente che i riscontri siano poco incoraggianti sinora.

16.28 Ancora a terra Alex Marquez, pazzesco! Questa volta alla curva 10.

16.26 Si migliora Pol Espargarò, 1’54″041. Lo spagnolo sta volando con le soft.

16.25 Cade anche Alex Marquez (Honda LCR) alla curva 6.

16.25 Caduta per Luca Marini (Ducati VR46) alla curva 1.

16.24 Due fratelli davanti. Pol Espargarò (Honda) vola al comando in 1’54″155, rifila 0.304 ad Aleix. Attenzione amici, la Honda ha fatto davvero una gran moto quest’anno, come non accadeva da anni.

16.22 Si migliora Aleix Espargarò: 1’54″463 con coppia di gomme soft. Bagnaia è 16° a 0.961 con media al posteriore.

16.21 Aleix Espargarò (Aprilia) sempre al comando con 0.158 su Marc Marquez e 0.273 su Mir.

16.20 Maverick Vinales (Aprilia) è 14° a 0.679.

16.18 I piazzamenti degli italiani: 5° Bastianini, 11° Dovizioso, 15° Morbidelli, 19° Bagnaia, 20° Di Giannantonio, 21° Bezzecchi, 22° Marini.

16.16 Buone risposte sul passo per Quartararo e Marc Marquez. Lunga sosta ai box per Francesco Bagnaia.

16.14 Al comando Aleix Espargarò davanti a Marc Marquez, Mir e Martin. 5° Bastianini, 6° Binder, 7° Quartararo, 8° Rins. Bastianini a parte, gli italiani stanno faticando.

16.13 Cresce ancora Quartararo, terzo a 0.220. E’ solo 15° invece Morbidelli, che stamattina aveva ben figurato.

16.11 Risale la Yamaha, Quartararo è sesto a 0.368 dalla vetta. Al momento in terza e quarta posizione troviamo le Ducati non ufficiali di Bastianini e Martin. Miller e Bagnaia sono invece 17° e 19°.

16.10 Cresce Dovizioso, decimo a mezzo secondo. Aleix Espargarò prende la vetta in 1’54″490 con l’Aprilia.

16.08 Soft-media per Marquez, al comando con quasi 2 decimi su Bastianini.

16.07 Quartararo sale in settima posizione, ancora non si vede Bagnaia. La Ducati deve reagire.

16.06 BASTIANINI AL COMANDO! Fa 0.069 meglio di Binder. Per il romagnolo soft all’anteriore e media al posteriore.

16.05 Alex Rins, con gomme soft usate, è 3° a 0.080 da Binder, sempre al comando con il tempo delle FP1.

16.04 Subito un buon giro per Bastianini, che sale al 10° posto nella classifica combinata.

16.02 Soft all’anteriore e media al posteriore per Fabio Quartararo e Francesco Bagnaia.

16.01 Subito tutti in pista i piloti.

16.00 SEMAFORO VERDE! Iniziate le FP2 del GP del Qatar 2022 di MotoGP!

15.58 Le FP2 dureranno 45 minuti.

15.57 E’ un turno importantissimo. Il regolamento non è cambiato: approdano alla Q2 i primi 10 al termine di FP1, FP2 e FP3. Le FP3 di domani, però, si svolgeranno di giorno, dunque con ogni probabilità la pista sarà più lenta di queste FP2.

15.53 Ottime risposte anche dalla Suzuki. Ricordiamo però che le FP1 si sono disputate in pieno giorno, mentre le FP2 saranno più attendibili perché di notte (anche qualifiche e gara si svolgeranno sotto le luci artificiali).

15.48 Chi ha impressionato è la Honda. Una moto molto più maneggevole e con un motore potenziato. Non è un caso che non solo Marquez abbia brillato, manche Pol Espargarò e Takaaki Nakagami. Non è un caso che gli spagnoli abbiano indicato il fuoriclasse spagnolo come favorito n.1 per il Mondiale…

15.42 A proposito di costruttori, sinora a Lusail hanno primeggiato tre differenti Case. La Yamaha vanta ben 10 affermazioni, di cui peraltro tre consecutive con tre uomini diversi (!) tra il 2015 e il 2017. Segue poi la Ducati con 5 vittorie, mentre chiude a quota 3 la Honda, storicamente mai davvero a proprio agio su questa pista.

15.40 Va peraltro rimarcato come Casey Stoner sia stato l’unico centauro in grado di vincere su due moto diverse. L’australiano ha ottenuto i primi tre successi in sella alla Ducati, mentre l’ultimo è stato raccolto sulla Honda.

15.37 LOSAIL – VITTORIE TOP CLASS
4 – STONER Casey [AUS] (2007, 2008, 2009, 2011)
4 – ROSSI Valentino [ITA] (2005, 2006, 2010, 2015)
3 – LORENZO Jorge [SPA] (2012, 2013, 2016)
2 – DOVIZIOSO Andrea [ITA] (2018, 2019)
2 – VIÑALES Maverick [SPA] (2017, 2021 Qatar)
1 – GIBERNAU Sete [SPA] (2004)
1 – MARQUEZ Marc [SPA] (2014)
1 – QUARTARARO Fabio [FRA] (2021 Doha)

15.35 Sono quattro gli uomini in attività a vantare nel proprio palmares una vittoria a Lusail. Hanno trionfato 2 volte Andrea Dovizioso (2018, 2019) e Maverick Viñales (2017, 2021). Inoltre si sono in posti in 1 singola occasione anche Marc Marquez (2014) e Fabio Quartararo (2021).

15.30 I piloti più vincenti a Lusail sono Casey Stoner e Valentino Rossi, entrambi issatisi a quota 4 affermazioni. L’australiano si è imposto nel 2007, 2008, 2009 e 2011, mentre il Dottore lo ha fatto nel 2005, 2006, 2010 e 2015. Come si può notare, il centauro nativo di Southport detiene il primato di successi consecutivi, essendo l’unico riuscito a realizzare un filotto di tre vittorie. Al tempo stesso, l’italiano possiede il record di longevità, avendo primeggiato nell’arco di un decennio.

15.25 La classe regina ha disputato 18 gare a Lusail, una in meno rispetto alle categorie inferiori. Questo perché nel 2020 la competizione venne cancellata a causa della rampante pandemia di Covid-19. Moto2 e Moto3 poterono scendere in pista comunque, in quanto piloti e team erano già presenti in loco prima della “stretta” sui viaggi internazionali. Va inoltre rimarcato come, delle 18 prove mandate in scena, “solo” 17 abbiano avuto la denominazione di GP di Qatar. Lo scorso anno, infatti, si disputò un double header allo scopo di recuperare l’annullato GP d’Argentina. Pertanto è stato aggiunto un estemporaneo Gran Premio di Doha.

15.18 La classifica delle FP1 del mattino:

1 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’54.851 15 16 347.2
2 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU HONDA 1’54.907 16 17 0.056 0.056 350.6
3 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’54.978 16 17 0.127 0.071 355.2
4 44 Pol ESPARGARO SPA Repsol Honda Team HONDA 1’55.126 17 17 0.275 0.148 350.6
5 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team HONDA 1’55.137 17 18 0.286 0.011 352.9
6 21 Franco MORBIDELLI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP YAMAHA 1’55.294 17 18 0.443 0.157 345.0
7 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’55.371 13 16 0.520 0.077 352.9
8 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing APRILIA 1’55.378 5 16 0.527 0.007 348.3
9 73 Alex MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL HONDA 1’55.385 17 17 0.534 0.007 349.5
10 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’55.470 16 17 0.619 0.085 347.2
11 20 Fabio QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP YAMAHA 1’55.600 17 18 0.749 0.130 345.0
12 89 Jorge MARTIN SPA Pramac Racing DUCATI 1’55.688 13 17 0.837 0.088 352.9
13 43 Jack MILLER AUS Ducati Lenovo Team DUCATI 1’55.745 13 18 0.894 0.057 352.9
14 23 Enea BASTIANINI ITA Gresini Racing MotoGP DUCATI 1’55.768 14 14 0.917 0.023 352.9
15 12 Maverick VIÑALES SPA Aprilia Racing APRILIA 1’55.815 16 16 0.964 0.047 348.3
16 4 Andrea DOVIZIOSO ITA WithU Yamaha RNF MotoGP Tea YAMAHA 1’55.895 16 17 1.044 0.080 343.9
17 5 Johann ZARCO FRA Pramac Racing DUCATI 1’55.960 4 12 1.109 0.065 352.9
18 63 Francesco BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team DUCATI 1’56.112 14 14 1.261 0.152 348.3
19 87 Remy GARDNER AUS Tech3 KTM Factory Racing KTM 1’56.262 16 16 1.411 0.150 347.2
20 10 Luca MARINI ITA Mooney VR46 Racing Team DUCATI 1’56.540 10 13 1.689 0.278 348.3
21 25 Raul FERNANDEZ SPA Tech3 KTM Factory Racing KTM 1’56.660 11 16 1.809 0.120 351.7
22 49 Fabio DI GIANNANTONIO ITA Gresini Racing MotoGP DUCATI 1’56.753 8 14 1.902 0.093 350.6
23 40 Darryn BINDER RSA WithU Yamaha RNF MotoGP Tea YAMAHA 1’57.347 13 16 2.496 0.594 343.9
24 72 Marco BEZZECCHI ITA Mooney VR46 Racing Team DUCATI 1’57.430 14 14 2.579 0.083 348.3

15.15 Ben ritrovati amici di OA Sport. Alle 16.00 inizierà la seconda sessione delle prove libere del GP del Qatar 2022 di MotoGP.

FRANCESCO BAGNAIA CADE NELLE FP1. AVVIO SOTTOTONO IN GENERALE PER LA DUCATI

ORARI E PROGRAMMA MOTOGP DI OGGI

12.35 Ne sapremo di più nel pomeriggio. Grazie per averci seguito, appuntamento alle 16.00 per le FP2. Un saluto sportivo!

12.34 La classifica completa delle FP1:

1 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’54.851 15 16 347.2
2 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU HONDA 1’54.907 16 17 0.056 0.056 350.6
3 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’54.978 16 17 0.127 0.071 355.2
4 44 Pol ESPARGARO SPA Repsol Honda Team HONDA 1’55.126 17 17 0.275 0.148 350.6
5 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team HONDA 1’55.137 17 18 0.286 0.011 352.9
6 21 Franco MORBIDELLI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP YAMAHA 1’55.294 17 18 0.443 0.157 345.0
7 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’55.371 13 16 0.520 0.077 352.9
8 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing APRILIA 1’55.378 5 16 0.527 0.007 348.3
9 73 Alex MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL HONDA 1’55.385 17 17 0.534 0.007 349.5
10 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’55.470 16 17 0.619 0.085 347.2
11 20 Fabio QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP YAMAHA 1’55.600 17 18 0.749 0.130 345.0
12 89 Jorge MARTIN SPA Pramac Racing DUCATI 1’55.688 13 17 0.837 0.088 352.9
13 43 Jack MILLER AUS Ducati Lenovo Team DUCATI 1’55.745 13 18 0.894 0.057 352.9
14 23 Enea BASTIANINI ITA Gresini Racing MotoGP DUCATI 1’55.768 14 14 0.917 0.023 352.9
15 12 Maverick VIÑALES SPA Aprilia Racing APRILIA 1’55.815 16 16 0.964 0.047 348.3
16 4 Andrea DOVIZIOSO ITA WithU Yamaha RNF MotoGP Tea YAMAHA 1’55.895 16 17 1.044 0.080 343.9
17 5 Johann ZARCO FRA Pramac Racing DUCATI 1’55.960 4 12 1.109 0.065 352.9
18 63 Francesco BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team DUCATI 1’56.112 14 14 1.261 0.152 348.3
19 87 Remy GARDNER AUS Tech3 KTM Factory Racing KTM 1’56.262 16 16 1.411 0.150 347.2
20 10 Luca MARINI ITA Mooney VR46 Racing Team DUCATI 1’56.540 10 13 1.689 0.278 348.3
21 25 Raul FERNANDEZ SPA Tech3 KTM Factory Racing KTM 1’56.660 11 16 1.809 0.120 351.7
22 49 Fabio DI GIANNANTONIO ITA Gresini Racing MotoGP DUCATI 1’56.753 8 14 1.902 0.093 350.6
23 40 Darryn BINDER RSA WithU Yamaha RNF MotoGP Tea YAMAHA 1’57.347 13 16 2.496 0.594 343.9
24 72 Marco BEZZECCHI ITA Mooney VR46 Racing Team DUCATI 1’57.430 14 14 2.579 0.083 348.3

12.32 Molto bene anche Suzuki ed Aprilia, mentre il guizzo di Binder con la KTM appare estemporaneo. Discreta la Yamaha, con Morbidelli più a suo agio rispetto a Quartararo.

12.30 I passi avanti maggiori rispetto al 2021 li ha compiuti la Honda. Una moto più maneggevole e con un motore potenziato: Marc Marquez fa già paura…

12.29 La Ducati era la grande favorita per questo fine settimana, ma l’inizio è negativo. Nessuna moto della scuderia di Borgo Panigale è in top10: la migliore è quella di Jorge Martin, 12°. La caduta di Francesco Bagnaia non mette poi di buon umore.

12.28 Gli altri italiani: 14° Bastianini, 16° Dovizioso, 18° Bagnaia, 20° Marini, 22° Di Giannantonio, 24° Bezzecchi.

12.26 Bandiera a scacchi. Le FP1 si chiudono con Binder al comando con 0.056 su Nakagami, 0.127 su Rins, 0.275 su Pol Espargarò e 0.286 su Marc Marquez. Completano la top10 Morbidelli, Mir, Aleix Epsargarò, Alex Marquez e Oliveira. 11° Quartararo.

12.25 Binder in testa! 1’54″851: la KTM sin qui non si era vista…Hard-media per il sudafricano.

12.24 Stupisce Nakagami! Il giapponese è al comando con la Honda LCR.

12.23 GRAN GIRO DI MORBIDELLI! E’ 2° a soli 17 millesimi da Rins. Attenzione però: il romano ha ottenuto il crono con gomme hard ormai usurate. Ottimo segnale.

12.21 Si migliora Rins: 1’55″278. 2° Mir a 0.093. Abbiamo due Suzuki davanti. Rins monta però una coppia di gomme soft.

12.21 Quartararo sale in settima piazza a 0.293, appena dietro il compagno di squadra Morbidelli.

12.20 CADUTA PER FRANCESCO BAGNAIA alla curva 6. Si rialza subito, ma la sua sessione è finita con 5 minuti di anticipo.

12.18 Morbidelli fa segnare il miglior tempo al secondo intermedio, poi rallenta e si rialza.

12.16 Cambio in vetta! Joan Mir, campione del mondo 2022, stampa un 1’55″371, appena 7 millesimi meglio di Aleix Espargarò. Anche per lo spagnolo una coppia di pneumatici hard.

12.16 Bagnaia rientra in pista con una coppia di gomme hard. Il miglior italiano resta Franco Morbidelli, 5° a 0.173. Al momento il francese Fabio Quartararo è 10° a 0.539.

12.15 La prima Ducati è la Pramac di Jorge Martin, settimo a 0.310: non l’avvio che ci saremmo aspettati da parte della scuderia di Borgo Panigale.

12.14 Fa paura Marc Marquez, perché la Honda non solo ha un motore più potente, ma sembra anche molto più semplice da guidare in ingresso di curva.

12.13 Bagnaia è 15° a 0.778. Bisogna rimanere tranquilli e attendere le FP2.

12.12 Rins sale in terza posizione a 0.125 da Aleix Espargarò.

12.11 Anche Andrea Dovizioso, nonostante sia in un team non ufficiale, è in sella ad una Yamaha del 2022.

12.10 Ricordiamo che Bastianini, Di Giannantonio e Bezzecchi possono contare su una Ducati del 2021, mentre Luca Marini ha a disposizione una Ducati 2022, come quella di Bagnaia e Miller.

12.09 Prima caduta dell’anno. Finisce a terra il rookie Fabio Di Giannantonio.

12.08 Marquez e Bagnaia stanno lavorando sul passo.

12.06 Tra i top10 solo le Honda di Marc Marquez e Pol Espargarò stanno girando con una hard all’anteriore e una media al posteriore. Doppia hard per tutti gli altri.

12.05 Venti minuti al termine della prima sessione.

12.04 Al momento i debuttanti Di Giannantonio e Bezzecchi sono rispettivamente 19° e 22°.

12.03 Ricordiamo che qualifiche a gara si svolgeranno in notturna, dunque le FP2 di questo pomeriggio saranno molto più indicative.

12.02 Sin qui la Ducati sta facendo più fatica del previsto. La Honda sembra aver compiuto enormi passi avanti rispetto al 2021.

12.01 Fabio Quartararo è 6° a mezzo secondo. Bagnaia al momento ai box, sembra molto sereno e sta bevendo una bibita fresca.

12.00 Quasi tutti i piloti stanno utilizzando gomme dure sia all’anteriore sia al posteriore.

11.58 Risale Francesco Bagnaia, ora è 10° a 0.778. Sappiamo che è un pilota a cui piace partire con calma al venerdì, per poi salire di colpi nel corso del fine settimana.

11.56 Aleix Espargarò sempre al comando con il tempo di 1’55″378, seguito da Marquez a 0.107 e da Morbidelli a 0.173. 4° Rins a 0.272, 5° Zarco a 0.582. Abbiamo cinque moto diverse ai primi cinque posti: Aprilia, Honda, Yamaha, Suzuki e Ducati.

11.55 Gli italiani: 3° Morbidelli, 6° Bastianini, 13° Bagnaia, 16° Dovizioso, 19° Di Giannantonio, 21° Bezzecchi, 22° Marini.

11.54 Morbidelli 3° a 0.173. Bagnaia è 13° a 0.881.

11.53 Marc Marquez si porta al secondo posto a 0.107 dalla vetta, 3° il compagno di squadra Pol Espargarò a 0.124: è una Honda molto competitiva.

11.52 Franco Morbidelli sale in seconda posizione a 3 decimi secchi da Aleix Espargarò. Per il romano sarà un anno decisivo, perché potrà beneficiare della Yamaha ufficiale: una grande occasione.

11.51 Bene Bastianini, decisamente galvanizzato con la Ducati Gresini: è 5° a 6 decimi.

11.50 Scatenato Aleix Espargarò. Si migliora di altri 4 decimi e scende a 1’55″378. Bagnaia risale ed è 11° a 1″033.

11.49 Bene in generale l’Aprilia, Maverick Vinales è sesto. Il primo degli italiani è Franco Morbidelli, settimo. Si fa vedere la Ducati: Zarco è 3° a 0.145.

11.48 Lampo di Marc Marquez, vola in testa, ma subito Aleix Espargarò si riprende la vetta in 1’55″815, 48 millesimi meglio del connazionale. Attenzione alla Honda, quest’anno ha un motore nuovo e decisamente potenziato.

11.47 Si conferma in palla Quartararo, 3° a 3 decimi.

11.46 Si migliora Aleix Espargarò, 1’56″225. 2° Rins con la Suzuki a 0.257, 3° Bastianini a 0.472 con la Ducati Gresini.

11.45 Bagnaia sta prendendo confidenza con la moto in questa prima fase. Quartararo è già secondo a 0.877 dalla vetta.

11.44 Parte forte l’Aprilia: Aleix Espargarò al comando in 1’56″975: per l’iberico coppia di gomme dure.

11.43 Il primo tempo dell’anno è di Andrea Dovizioso (Yamaha): 1’59″338.

11.41 Joan Mir è l’unico a montare una soft all’anteriore, mentre al posteriore ha optato per una hard.

11.40 Subito in pista Bagnaia con una coppia di gomme hard. Hard-media invece per Marc Marquez.

11.40 INIZIATO IL MONDIALE DI MOTOGP! Via alle FP1 del GP del Qatar 2022.

11.38 Saranno sette gli italiani in pista: Bagnaia, Morbidelli, Dovizioso, Marini, Bastianini ed i debuttanti Di Giannantonio e Bezzecchi.

11.35 Le FP1 dureranno 45 minuti. Le FP2 andranno invece in scena alle 16.00.

11.32 Si profila una corsa a tre per il titolo tra il campione del mondo in carica francese Fabio Quartararo (Yamaha), Francesco Bagnaia (Ducati) e lo spagnolo Marc Marquez (Honda). Da non escludere possibili outsider come Joan Mir (Suzuki) e l’australiano Jack Miller (Ducati).

11.30 A proposito di costruttori, sinora a Losail hanno primeggiato tre differenti Case. La Yamaha vanta ben 10 affermazioni, di cui peraltro tre consecutive con tre uomini diversi (!) tra il 2015 e il 2017. Segue poi la Ducati con 5 vittorie, mentre chiude a quota 3 la Honda, storicamente mai davvero a proprio agio su questa pista.

11.25 Va peraltro rimarcato come Casey Stoner sia stato l’unico centauro in grado di vincere su due moto diverse. L’australiano ha ottenuto i primi tre successi in sella alla Ducati, mentre l’ultimo è stato raccolto sulla Honda.

11.20 LUSAIL – VITTORIE TOP CLASS
4 – STONER Casey [AUS] (2007, 2008, 2009, 2011)
4 – ROSSI Valentino [ITA] (2005, 2006, 2010, 2015)
3 – LORENZO Jorge [SPA] (2012, 2013, 2016)
2 – DOVIZIOSO Andrea [ITA] (2018, 2019)
2 – VIÑALES Maverick [SPA] (2017, 2021 Qatar)
1 – GIBERNAU Sete [SPA] (2004)
1 – MARQUEZ Marc [SPA] (2014)
1 – QUARTARARO Fabio [FRA] (2021 Doha)

11.15 Sono quattro gli uomini in attività a vantare nel proprio palmares una vittoria a Losail. Hanno trionfato 2 volte Andrea Dovizioso (2018, 2019) e Maverick Viñales (2017, 2021). Inoltre si sono in posti in 1 singola occasione anche Marc Marquez (2014) e Fabio Quartararo (2021).

11.10 I piloti più vincenti a Losail sono Casey Stoner e Valentino Rossi, entrambi issatisi a quota 4 affermazioni. L’australiano si è imposto nel 2007, 2008, 2009 e 2011, mentre il Dottore lo ha fatto nel 2005, 2006, 2010 e 2015. Come si può notare, il centauro nativo di Southport detiene il primato di successi consecutivi, essendo l’unico riuscito a realizzare un filotto di tre vittorie. Al tempo stesso, l’italiano possiede il record di longevità, avendo primeggiato nell’arco di un decennio.

11.04 La classe regina ha disputato 18 gare a Losail, una in meno rispetto alle categorie inferiori. Questo perché nel 2020 la competizione venne cancellata a causa della rampante pandemia di Covid-19. Moto2 e Moto3 poterono scendere in pista comunque, in quanto piloti e team erano già presenti in loco prima della “stretta” sui viaggi internazionali. Va inoltre rimarcato come, delle 18 prove mandate in scena, “solo” 17 abbiano avuto la denominazione di GP di Qatar. Lo scorso anno, infatti, si disputò un double header allo scopo di recuperare l’annullato GP d’Argentina. Pertanto è stato aggiunto un estemporaneo Gran Premio di Doha.

11.00 Il palcoscenico del primo dei ventuno atti programmati per questa stagione sarà il Lusail (da quest’anno si dice così, non più Losail) International Circuit, dove si disputerà il Gran Premio del Qatar. Il contesto mediorientale è ormai diventato abituale per il campionato iridato, essendo entrato in calendario nell’ormai lontano 2004. Dal 2007 ha assunto il ruolo pressoché fisso di opening della nuova annata agonistica e, dal 2008, può godere dello status di unica gara in notturna dell’intera stagione.

10.56 Dopo 26 anni, il Motomondiale sarà orfano di Valentino Rossi. Vedremo quali saranno i contraccolpi.

10.55 Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti dalla Diretta Live delle prove libere del GP del Qatar 2022 di MotoGP.

Come seguire le prove libere in tv/streamingLa presentazione delle prove libereLe cinque domande del GP Qatar

Buongiorno e bentrovati alla DIRETTA LIVE della prima giornata di prove libere del GP del Qatar, primo round del Mondiale 2022 di MotoGP. Sul tracciato di Losail un day-1 in cui team e piloti andranno a definire gli assetti per arrivare pronti alle qualifiche di domani e alla gara di domenica.

LA DIRETTA LIVE DELLE PROVE LIBERE DI MOTO3

LA DIRETTA LIVE DELLE PROVE LIBERE DI MOTO2

Inizia la caccia di Francesco “Pecco” Bagnaia all’iride. Il centauro della Ducati vorrà far valere il proprio peso in alla Rossa, ritenuta dagli addetti ai lavori la miglior moto del lotto. Tuttavia, stando a quanto dichiarato dal pilota piemontese, la GP22 ha bisogno ancora di essere settata a dovere per via di un motore assai potente, ma che deve essere un po’ gestito in termini di erogazione di potenza.

Sulla carta la pista qatariana dovrebbe prestarsi bene alle caratteristiche della Rossa, viste le grandi accelerazioni che ci sono. Tuttavia, i pretendenti al primo successo di tappa sono molto. In casa Yamaha, il campione del mondo in carica Fabio Quartararo vorrà mostrare segnali di vitalità, al pari di Franco Morbidelli. Stessa storia, stesso mare in Honda. Marc Marquez vuol vincere il suo nono titolo in carriera e anche se la sua condizione non è ottimale non si tirerà di certo indietro.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE della prima giornata di prove libere del GP del Qatar, primo round del Mondiale 2022 di MotoGP: cronaca in tempo reale e aggiornamenti costanti. La FP1 è in programma alle 11.40 italiane, mentre la FP2 prenderà il via dalle 16.00 italiane. Buon divertimento!

Foto: MotoGP.com Press

We would like to thank the writer of this post for this outstanding material

LIVE MotoGP, GP Qatar 2022 in DIRETTA: pole di Martin, 2° Bastianini, 9° Bagnaia. Griglia di partenza

Debatepost