Lukaku manda il Chelsea ai quarti, ma che fatica con il Luton

I Blues vincono 3-2 non senza fatica sul campo del Luton Town. Nelle altre due sfide successi di Southampton e Liverpool su West Ham e Norwich

Dopo le gare di martedì, al termine delle quali hanno strappato un pass per i quarti di finale City, Crystal Palace e Middlesbrough, lo spettacolo della FA Cup è proseguito con le sfide tra Luton Town e Chelsea, Liverpool e Norwich, Southampton e West Ham. Ospiti a Kenilworth Road, i Blues di Tuchel hanno rischiato di emulare Tottenham e Manchester United, eliminati dalla competizione per opera di un club di Championship. Il Luton si è, infatti, ritrovato in vantaggio per due volte, ma i campioni d’Europa e del mondo, nel giorno dell’annuncio della volontà di Abramovich di vendere il club, sono riusciti a ribaltare il match grazie alle reti di Werner e Lukaku. Vittoria senza troppe difficoltà, invece, per il Liverpool (2-1 con doppietta di Minamino), mentre i Saints hanno battuto il West Ham per 3-1: decisivi i gol di Perraud, Prowse e Broja.

LUTON TOWN-CHELSEA 2-3

—  

In occasione della trasferta nel Bedfordshire, Tuchel opta per un ampio turnover, schierando Loftus-Cheek, Sarr, Saul, Kenedy, Werner e Lukaku dal 1’. Il vantaggio dei padroni di casa arriva dopo due minuti con un colpo di testa di Burke, che sfrutta l’angolo di Berry per saltare più in alto di tutti e deviare il pallone sul secondo palo. Nulla di straordinario per i tifosi del Luton, che già sedici volte in stagione avevano festeggiato gol realizzati sugli sviluppi di un calcio piazzato. Al 29’ Saul firma il pareggio con un destro dal limite dell’area, dieci minuti più tardi Cornick porta però di nuovo avanti il Luton. La squadra di Jones recupera il pallone e riparte in contropiede, Gomes serve sulla corsa l’attaccante inglese che entra in area di rigore e, con un destro a incorciare, supera Kepa. Brivido per il Chelsea, che negli ultimi 20’ del match riesce però a reagire, centrando la rimonta con Werner e Lukaku. L’ex Lipsia segna al 68’, stoppando di coscia e calciando in rete dopo un preciso lancio di Loftus-Cheek. Passano dodici minuti e proprio il tedesco entra in area dalla destra, servendo Lukaku al centro: l’ex Inter si allunga in spaccata, deviando il cross alle spalle del portiere avversario. Il Chelsea accede così ancora una volta ai quarti di finale di FA Cup, dopo le quattro finali disputate nelle ultime cinque stagioni: in una sola occasione i Blues sono però riusciti a trionfare, a Tuchel il compito di sconfiggere il tabù di coppa.

SOUTHAMPTON-WEST HAM 3-1

—  

Separati da dieci punti in classifica in Premier League, Saints e Hammers si affrontano negli ottavi di finale di FA Cup. Nel primo tempo il West Ham si rende pericoloso al 10’ e al 29’ con Soucek, ma al 31’ arriva il vantaggio dei padroni di casa con un tiro dalla distanza di Perraud. Prima del rientro negli spogliatoi, la squadra di Moyes ci prova ancora ma non trova fortuna con Johnson e Antonio, autore poi del pareggio, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, allo scoccare dell’ora di gioco. Il punteggio di 1-1 resiste però solo 9 minuti: un fallo di Dawson su Broja all’interno dell’area spalanca le porte dei quarti al Southampton, trascinato da Ward Prowse che si presenta sul dischetto e batte Areola. All’89’ il portiere francese tiene vivo il sogno-rimonta dei londinesi respingendo un gran tiro di Redmond. Passa un minuto e il West Ham sfiora il pareggio con Dawson, che colpisce di testa su corner costringendo Caballero a compiere un miracolo. In pieno recupero, a minuto 95, i Saints trovano il tris definitvo con Broja, che entra in area di rigore e spedisce il pallone nell’angolino basso a destra.

LIVERPOOL-NORWICH 2-1

—  

Come Tuchel, anche Klopp approfitta del match di coppa per permettere alle seconde linee di mettersi in mostra. Tra i Reds, sono titolari Joe Gomez, Tsimikas, Oxlade, Curtis Jones, Origi e Minamino, protagonista della serata con una doppietta. Ad aprire le marcature potrebbe essere già Jones dopo 9’, ma la traversa glielo impedisce: il centrocampista 21enne prende infatti palla sulla sinistra e calcia di destro a rientrare sul secondo palo. Il tiro è preciso ma la palla si stampa sul legno. Tra il 27’ e il 38’ Minamino firma due gol per il Liverpool. Prima su assist di Origi, che raccoglie un cross di Tsimikas, controlla e serve il giapponese a un passo dalla porta, poi con un destro potente e preciso sugli sviluppi di un calcio d’angolo: il pallone spizzato da un difensore avversario finisce dalle parti del 27enne, che stoppa e calcia sotto la traversa. Nel secondo tempo, tra i Reds c’è spazio per il 18enne Elliott e il 19enne Morton: i padroni di casa sono subito pericolosi al 50’ con Oxlade, che riceve in area da Jota e prova il tiro all’angolino basso, trovando però il palo esterno. Passano sedici minuti e il Norwich accorcia le distanze con Rupp, servito centralmente da Sargent: il numero 7 del Norwich arriva palla al piede al limite dell’area e supera Alisson con un tiro che finisce alla destra del portiere. Si riaccendono così le speranze degli ospiti, che concludono però la partita senza trovare il gol del pareggio.

We wish to thank the author of this short article for this awesome material

Lukaku manda il Chelsea ai quarti, ma che fatica con il Luton

Debatepost