F1 Imola, Carlos Sainz: “Il rinnovo? Mai dubitato, la Ferrari è un sogno da sempre. Voglio il Mondiale”

Lo spagnolo felice per l’annuncio della firma con la Ferrari F1 per altre due stagioni: “Ci parlavamo da dicembre, ero tranquillo, oggi ho festeggiato coi meccanici. Io punto al campionato e quest’anno ho un’opportunità. Leclerc e Verstappen sono velocissimi, ma anch’io. Come va la F1-75 sul bagnato? Chissà, io mi diverto sempre sull’acqua”  

Dal nostro inviato Fabio Russo

– IMOLA

“Non ho mai avuto dubbi sul rinnovo del contratto, già da dicembre sapevo che l’avrei fatto. Ora l’obiettivo è sempre quello di diventare campione del mondo: è per questo che sono arrivato in Ferrari…”. Orgoglioso, carico, senza limiti. Carlos Sainz festeggia il prolungamento dell’accordo fino al 2024 con la Ferrari, alla vigilia del weekend del GP di Imola. “Non c’è stata nessuna festa, ma stamani ho portato un po’ di dolci per i meccanici…”, svela lo spagnolo. Anche perché la firma era stata posta da tempo. “Già dalla fine della scorsa stagione sapevamo di essere d’accordo su tutto. È un contratto importante per me e non volevamo farlo troppo veloce perché ci sono troppi dettagli da limare”. 

no limits

—  

Alla fine della stagione 2024, per Carlos Sainz saranno 4 anni alla guida della rossa: per lui, è un sogno realizzato. “La Ferrari è la migliore squadra della storia della Formula 1, quella dei miei sogni da quando ero bambino e con una macchina che adesso si sta dimostrando essere la più veloce – spiega –. Non poteva esserci cosa più ideale per me: non posso che essere contento e orgoglioso”. Ma Sainz non si ferma qui. “Sono ancora giovane, ho 27 anni e l’obiettivo resta sempre quello di vincere il Mondiale – carica –. Quest’anno è già una prima opportunità che voglio andare a prendermi”. 

voglia di riscatto

—  

In attesa di verificare se e quando i sogni potranno trasformarsi in realtà, lo spagnolo, a Imola, è comunque chiamato al riscatto, dopo il ritiro nel secondo giro del Gp australiano di Melbourne. “Ci sono stati tanti fattori esterni, come la sfortuna della bandiera rossa in Q3 o i problemi al volante, che ci hanno messo in difficoltà”, racconta Sainz, che non risparmia una dura autocritica. “Io come pilota non sono stato in grado di reagire in maniera calma e ho fatto un errore in gara come non facevo da tanto tempo – si rammarica –. Venivo da 17 gare a punti, un weekend un po’ più difficile può capitare, ma deve servire a farti diventare più forte”. Per Sainz, comunque, non è stato tutto da buttare, soprattutto nel rapporto, ancora tutto da registrare, con la nuova vettura. “In Australia mi sono trovato bene dalla FP1 e si è visto per tutto il weekend. Non dimentichiamoci che, prima dell’ultimo run di Q3, ero in pole, nonostante non riuscissi a guidare la macchina nella mia maniera”, ricorda con orgoglio, prima di guardare con ottimismo al futuro. “Sono convinto che, con un po’ di sviluppo del mio stile di guida e con una sistemazione della macchina più adatta a me, i bei momenti arriveranno. Non so se domani o in 3-4 gare, ma arriveranno…”. 

sfida in famiglia

—  

Intanto, comunque, la Ferrari si presenta al primo Gp europeo della stagione al vertice del titolo mondiale costruttori e di quello piloti con Charles Leclerc. Per Sainz, il compagno di squadra leader del Mondiale non è una sorpresa. “Avevo già visto l’anno scorso quanto fosse veloce – rivela –. Differenze tra lui e Verstappen? Nello stile di guida ci sono 2-3 cose in cui sono diversi. Io? Mi ritengo al loro livello o più veloce…”. Non poteva che chiudere con un’altra punta d’orgoglio, Carlos Sainz. E magari, qui a Imola, un aiuto potrà arrivargli anche dal meteo: almeno per le libere e le qualifiche di domani è prevista pioggia. “Come reagirà questa macchina? Bella domanda – conclude lo spagnolo –. Ma il bagnato mi diverte sempre…”



We would love to say thanks to the author of this write-up for this awesome material

F1 Imola, Carlos Sainz: “Il rinnovo? Mai dubitato, la Ferrari è un sogno da sempre. Voglio il Mondiale”

Debatepost