Capolavoro Doncic: Utah fatta a pezzi. Dallas va avanti 3-2

Luka trascina i Mavs con 33 punti al dominio in gara-5. Disastro Jazz: partita orribile e Mitchell si fa male alla gamba sinistra. Giovedì in gara-6 i texani possono vincere la loro prima serie playoff dal 2011

Dovrebbe essere convalescente dopo uno stiramento al polpaccio sinistro che stava per costargli la serie. Invece Luka Doncic è magico, dominante, mostruoso. C’è lui dietro il trionfo di Dallas su Utah in gara-5, un 102-77 mai in discussione che porta i Mavs avanti 3-2, a una vittoria dal loro primo trionfo in una serie playoff dal 2011.

E che porta i Jazz a una sconfitta da un’altra delusione alla postseason, una che probabilmente innescherebbe una rivoluzione che rischia di cominciare da Donovan Mitchell, star che non solo ha sbagliato partita in gara-5 (9 punti) ma che rischia di non esserci giovedì in gara-6 per un infortunio all’adduttore sinistro. “Ci sarò, non mi tiro indietro” promette lui, ma sarà una risonanza magnetica nelle prossime ore a chiarire l’identità del suo problema. Dallas invece ha perfettamente chiaro il segreto del suo successo: Luka Doncic.

luka is magic

—  

“Sembra che non si sia mai fermato” dice coach Kidd dello sloveno. Invece Luka ha saltato le prime tre partite di questa serie e poi si è rifatto con gli interessi. Il suo terzo periodo di gara-5 è una sorta di Cappella Sistina, con Doncic novello Michelangelo che dipinge da artista un quarto da 19 punti, gli stessi di tutti i Jazz. Impossibile per gli avversari fermarlo, anche se Bojan Bogdanovic lo insegue praticamente anche quando è seduto in panchina. Ma Luka trova sempre il modo di battere Utah, o di innescare i compagni quando davanti ha un muro. “Non è che non ci abbiamo provato, è merito suo” sono i complimenti di Quin Snyder, il coach avversario. Dallas ha dominato perché ci ha messo altro, oltre allo show del suo fenomeno. Jalen Brunson con 24 punti continua a confermare che questa è la sua serie, Dorian Finney-Smith in difesa su Mitchell sta dipingendo il suo capolavoro. E’ proprio la difesa il segreto del successo di questa squadra: coach Kidd le ha dato un’identità da battaglia e tutti, Doncic compreso, fanno la loro parte. “La nostra difesa è stata incredibile, dobbiamo giocare così anche in gara-6 per chiudere la serie” ha detto Doncic.

disastro jazz

—  

Le condizioni di Mitchell non sono l’unico problema di Utah. “La nostra forza da sempre è la versatilità, l’avere armi diverse in attacco – spiega con voce roca coach Snyder -: dobbiamo essere in grado di usarle. Dobbiamo giocare decisamente meglio in attacco, giocare gli uni per gli altri anziché provare da soli a fare la differenza”. Ai Jazz in gara-5 sono mancate le triple (3/30), ma anche gli assist (appena 12, uno in meno delle palle perse). Dallas ha fatto un capolavoro difensivo, ma l’attacco di Utah è troppo stagnante. Soprattutto se Mitchell non gira. Ben prima dell’infortunio, complice anche la difesa di Finney-Smith a cui lui stesso rende merito, Spida era fuori partita, con un orribile 4/15 al tiro parte dei problemi dell’attacco Jazz. I meno peggio sono stati Jordan Clarkson (20 punti dalla panchina) e Rudy Gobert (17 punti e 11 rimbalzi), che però non è riuscito ad essere un fattore in difesa, il suo compito primario. Ancora malissimo Mike Conley, 4 punti e 5 assist con 1/6 al tiro. La cosa più preoccupante per coach Snyder è che la squadra pare aver mollato dal punto di vista mentale: per tornare a Dallas a giocarsi gara-7 servirà di più, molto di più.

la partita

—  

Dallas prende il controllo del match quando Doncic e Brunson salgono di livello nel secondo quarto, dividendosi equamente 18 punti, tanti quanto Utah. Finney-Smith (10 punti nel periodo) fa 52-32 Mavs a 45” dal riposo, dove il vantaggio dei padroni di casa è 52-36. Il terzo quarto è il Luka Doncic Show, 19 punti di pura magia che spingono Dallas fino al 79-46 con 3’39” da giocare. Il match sarebbe di fatto finito lì, non fosse per la rissa che a metà quarto periodo porta all’espulsione di Whiteside e Bullock e l’infortunio di Mitchell che terrorizza Utah pensando a gara-6. Quella in cui i Mavs giocheranno per la loro prima vittoria in una serie playoff dal 2011. E i Jazz per evitare una sconfitta che innescherebbe una rivoluzione.

Dallas: Doncic 33 (8/12 da due, 3/10 da tre, 8/12 tiri liberi), Brunson 24, Finney-Smith 13. Rimbalzi: Doncic 13. Assist: Doncic 5.

Utah: Clarkson 20 (9/11, 0/4, 2/2 tl), Gobert 17, Mitchell 9. Rimbalzi: Gobert 11. Assist: Conley 5.

We want to thank the writer of this write-up for this outstanding material

Capolavoro Doncic: Utah fatta a pezzi. Dallas va avanti 3-2

Debatepost