Durant illumina, Brooklyn torna a volare: batte i Cavs ed è settima

I Nets vincono 118-107 con 36 punti di KD, ora per blindare il settimo posto basta un successo sui Pacers

Quando le cose si complicano, affidarsi a un giocatore devastante a livello offensivo come Kevin Durant è un lusso che pochi possono permettersi. I Nets (43-38) così riescono a vincere l’importante sfida con i Cavaliers (43-38) e ora il successo sui Pacers nella partita di domenica significherebbe il settimo posto e la possibilità di ospitare il “play-in game”. Un passo avanti significativo per una squadra che dopo la sconfitta di Atlanta della scorsa settimana sembrava rischiare anche la decima posizione al termine della regular season.

La partita

—  

Brooklyn però la vittoria su Cleveland se la deve sudare e alla fine supera Garland e compagni 118-107. I Cavs ritrovano il candidato al premio di rookie dell’anno Mobley, out nelle ultime cinque partite, ma nel primo quarto non riescono a rallentare l’attacco della squadra newyorchese. Durant trova il canestro con una facilità disarmante, Curry si fa sentire dalla lunga distanza e i padroni di casa arrivano al +16 senza faticare più di tanto. Tutto fin troppo facile per i Nets che alzano il piede dall’acceleratore nella seconda frazione e permettono ai Cavs di tornare in partita. Ci pensa Garland a suonare la carica, Mobley produce nella zona pitturata e Cleveland torna sotto, arrivano all’intervallo in ritardo di otto lunghezze. Il copione non cambia nella terza frazione. Brooklyn diventa prevedibile a livello offensivo e i Cavs ne approfittano per prendere fiducia.

La chiave

—  

Non basta il solo KD, la squadra ospite riprende i Nets e con un’accelerata decisa nella parte finale del terzo periodo, cambia direzione al match toccando addirittura il +7 grazie alle giocate di un eccellente Garland. Nel momento più complicato della gara viene fuori l’esperienza di Mills, che timbra tripla pesantissima, e il talento cristallino di un Durant a tratti immarcabile. L’attacco di Brooklyn si rimette in carreggiata all’inizio della frazione finale e i Nets riprendono in mano le redini di un match che di colpo si era complicato. Arrivano anche i canestri di Brown e di un Irving a corrente alternata, Brooklyn così piazza il parziale di 19-4 che mette al tappeto i Cavaliers. Il resto è accademia e i Nets portando quindi a casa un successo fondamentale in ottica “play-in game”. “Non abbiamo difeso bene nel secondo e nel terzo quarto – sottolinea al termine del match il tecnico di Brooklyn Steve Nash – poi abbiamo cambiato marcia nella frazione finale. Sono soddisfatto della prova della squadra, noi allenatori vogliamo vincere partite importanti come questa in qualsiasi modo, ma cerchiamo anche di fare progressi e ho visto cose molto buone nel primo e nell’ultimo quarto”.

Brooklyn:Durant 36 (7/14, 4/6, 10/10 tl), Irving 18, Brown 18. Rimbalzi: Drummond 12. Assist: Irving, Brown 8.

Cleveland:Garland 31 (9/18, 3/6, 4/4 tl), Markkanen, Mobley 17. Rimbalzi: Love 9. Assist: Rondo 5.

We would like to say thanks to the writer of this short article for this remarkable web content

Durant illumina, Brooklyn torna a volare: batte i Cavs ed è settima

Debatepost