Embiid sta male, Siakam fa il fenomeno: Toronto riporta la serie a Philadelphia

Con la star dei Sixers a mezzo servizio, il camerunese dei Raptors regala ai canadesi la vittoria che prolunga la serie. Lunedì si riparte in Pennsylvania con Phila avanti 3-1

Toronto non molla. Anziché per le vacanze, i Raptors sono in partenza per Philadelphia, dove lunedì è in programma gara-5. Una sconfitta avrebbe chiuso la stagione della squadra di coach Nurse, regalando ai Sixers almeno una settimana di prezioso riposo, considerando le condizioni di Joel Embiid. Invece Toronto, trascinata dallo show di Pascal Siakam (massimo in carriera ai Playoff con 34 punti), si è guadagnata lottando il 110-102 che prolunga la serie, che ora Philadelphia conduce 3-1. Nessuno nella storia Nba ha mai rimontato da 3-0 nei playoff, ma Toronto (che sacrificato Fred VanVleet sull’altare di gara-4, fermato nel primo tempo da un dolore all’anca sinistra) ha messo il primo mattoncino. Con la collaborazione di Philadelphia, che con Embiid non oltre il 50% per l’infortunio al pollice destro di cui nessuno vuole conoscere la reale entità non è mai riuscita a trovare il modo di essere se stessa.

embiid

—  

Difficile esserlo se Embiid, il sole attorno a cui ruota il sistema Philadelphia, non è al 100%. Joel ha una lesione al legamento del pollice destro che preoccupa e non poco i Sixers per il prosieguo dei playoff. Il centro ha stretto i denti, ha giocato 39 minuti, ma solo nel terzo periodo (8 dei suoi 21 punti) è riuscito ad essere veramente un fattore. Partito con 5 errori su 5 al tiro nei primi 18’, Embiid ha sempre cercato il modo di non usare la mano destra infortunata, e ad ogni colpo subito la smorfia di dolore era evidente. La sua presenza in campo resta comunque un problema per la difesa dei Raptors, brava a proteggere il ferro e ad impedire al miglior realizzatore della regular season 2021-22 di trovare il ritmo offensivo. Embiid non è riuscito nemmeno ad aiutare in difesa, usando una mano sola per provare a fare tutto quel lavoro vicino al proprio canestro che contribuisce a renderlo elite.

le chiavi

—  

Con Embiid a mezzo servizio, Philadelphia non è mai sbocciata. Anche perché la difesa di Toronto, anche quando è uscito VanVleet, ha trovato il modo di tenere a bada Tyrese Maxey, praticamente nullo. Pur senza brillare, il migliore dei Sixers è stato James Harden, 22 punti e 11 assist con 5/17 al tiro. Bene anche Tobias Harris, 15 punti e 11 rimbalzi e il compito impossibile di tenere a bada Siakam. Il camerunese di Toronto è esploso nel quarto periodo con 15 dei suoi 34 punti, mettendoci sia il testosterone che i Raptors hanno perso con l’uscita di Embiid (e che in Canada ogni tanto lo accusano di non mettere) sia le incursioni che hanno fatto a pezzi le certezze di Philadelphia. Attorno a lui Toronto ha messo in mostra la sua forza di squadra (compreso l’inusuale contributo di 36 punti dalla panchina, ottimamente allenata da Nick Nurse, coach che ha una capacità unica di tirare fuori ogni goccia di talento dai suoi. Questa vittoria tiene viva una serie che pareva chiusa: le condizioni di Embiid sono un problema per i Sixers, perché il centro a mezzo servizio, con la mano che fa male ogni volta che tocca palla, non è in grado di fare la differenza come gli è riuscito per tutta una stagione da mvp. Coach Rivers deve trovare il modo di avere la sua stella in campo ma di trasformarlo da prima opzione a valida alternativa. Altrimenti Toronto potrebbe clamorosamente avere una chance di fare quello che i suoi tifosi cantano a squarcia gola mentre suona la sirena: “Raps in 7”.

la partita

—  

Toronto spezza l’equilibrio del primo quarto con un parziale di 20-6 nel secondo alimentato da Trent, che firma il 50-38 Raptors a 4’12” dal riposo. La ripresa comincia coi padroni di casa avanti 54-49: Toronto resta sempre avanti, ma con Embiid che in campo sembra più a suo agio Philadelphia tiene, anche se non completa mai l’aggancio. Toronto è avanti 80-77 quando comincia il periodo conclusivo: lo show di Siakam è quello che fa la differenza, mentre Embiid annaspa nel suo dolore trascinandosi dietro i Sixers. Lunedì in gara-5 le condizioni del suo pollice destro saranno ancora determinanti.

Toronto: Siakam 34 (9/15 da due, 1/4 da tre, 13/15 tiri liberi), Trent 24, Young 13. Rimbalzi: Barnes 11. Assist: Siakam 5, Young 5
Philadelphia: Harden 22 (3/9, 2/8, 10/11 tl), Embiid 21, Harris 15. Rimbalzi: Harris 11. Assist: Harden 9.

We want to say thanks to the author of this short article for this awesome web content

Embiid sta male, Siakam fa il fenomeno: Toronto riporta la serie a Philadelphia

Debatepost