Gobert schiaccia, Utah più forte di Doncic: con Dallas ora è 2-2

Sotto di 4 a 32 secondi dalla sirena i Jazz ribaltano il finale e riaprono la serie. Non bastano i 30 punti della stella dei Mavs

I Jazz sopravvivono, restano in corsa. Battono Dallas nello Utah 100-99 in gara 4 pareggiando la serie di primo turno playoff sul 2-2. Soprattutto recuperano da sotto 4 punti con 32” da giocare, quando la loro stagione sembrava ormai compromessa, e la rivoluzione conseguente inevitabile. Un gioco da tre punti di Mitchell e una schiacciata di Gobert perfezionano il ribaltone, invece, rovinando il finale da film al super ritorno di Doncic dopo 13 giorni di assenza per l’infortunio al polpaccio sinistro. Lo sloveno incanta, segna 30 punti, inclusa la tripla che in volata sembra chiudere la gara per i texani, e invece la forza della disperazione dei ragazzi di Coach Snyder trova ancora il tempo e il modo per cambiare le cose e gli scenari.

Le chiavi

—  

Utah in assoluto ringrazia soprattutto una difesa finalmente decente in questa serie, buona per tre quarti, nonostante l’imbarcata comunque subita nel terzo parziale, e un ottimo Clarkson, unico appiglio costante in attacco. La panchina fa la differenza : 35 punti a 13 sono un divario enorme in una gara finita con appena uno di scarto. E poi i tiri liberi: 42 contro 23 quelli tirati. I Mavs non sono rimasti entusiasti dell’arbitraggio, per usare un eufemismo.

Luka c’è

—  

Doncic in quintetto, al posto di Dinwiddie. Lo sloveno segna i suoi primi due tiri, Dallas subito avanti 8-1, Gobert ne combina di tutti i colori, si fa pure fischiare un tecnico contro per una protesta plateale. Ma i Jazz, che pure sbagliano 8 dei primi 10 tiri presi, sono comunque avanti 24-23 dopo 12’ grazie ai 12 punti di Mitchell. Whiteside stoppa di tutto, fa il Gobert al posto del francese, e così una “trenata” offensiva di Clarkson vale il primo allungo Jazz che si dilata sino al +16 perché Bertans e Dinwiddie giocano al contrario per i texani. 54-42 Utah a metà gara, nonostante il canestro sulla sirena di Doncic. La difesa Jazz ha tenuto Dallas al 32%. Doncic con 14 punti, Mitchell 17. I padroni di casa con un vantaggio in doppia cifra nonostante Conley, ancora deludente, sia senza canestri dal campo.

Rimonta Mavs

—  

Dallas parte 15-5 dopo l’intervallo. La squadra di Cuban segna 7 delle prime 9 triple prese nel terzo parziale, Doncic e Brunson diventano inarrestabili. 81-78 Dallas dopo 36’. Jazz annichiliti. Mitchell si inceppa in attacco, segnerà appena 6 punti nella ripresa, Gobert sbaglia l’inverosimile quando si tratta di fare canestro, ci deve pensare Clarkson a tenere Utah in partita. Il lungo francese viene mandato sistematicamente in lunetta dai Mavs, dove chiude 9/18: banchetta a rimbalzo offensivo, ma non capitalizza. Pagato 205 milioni dall’estensione contrattuale dei Jazz, lecito attendersi di più…

La volata

—  

Doncic segna il canestro del sorpasso con poco più di 1’ da giocare. E poi la tripla in faccia a Gobert che pare vincere la partita a Coach Kidd. Invece Mitchell replica con gioco da tre punti alla vecchia maniera. Poi Powell sbaglia 2 liberi e Mitchell imbecca Gobert per la schiacciata del sorpasso: 100-99 Utah con 11” sul cronometro. Dinwiddie allo scadere sbaglia da 3 punti il tiro decisivo. I Mavs sprecano un sostanziale match point, i Jazz sospirano di sollievo: l’hanno scampata bella. Non è ancora finita. Gara 5 lunedì notte in Texas, i Mavs potranno comunque aggrapparsi al fattore campo favorevole.

Utah:Clarkson 25 (6/11, 3/5, 4/5 t.l.), Mitchell 23, Gobert 17. Rimbalzi: Gobert 17. Assist: Mitchell 7.

Dallas:Doncic 30 (7/11, 4/10, 4/4 t.l.), Brunson 23, Finney-Smith/ Bullock/ Powell 11. Rimbalzi: Doncic 10. Assist: Doncic 4.

We want to thank the writer of this post for this remarkable material

Gobert schiaccia, Utah più forte di Doncic: con Dallas ora è 2-2

Debatepost