Super Banchero: alle Final Four con Duke. Tredicesima da record per coach K

Sedici punti e 7 rimbalzi per il lungo di Seattle con passaporto italiano nella vittoria senza affanni contro Arkansas. Il tecnico Krzyzewski supera il mitico Wooden

Coach K conquista per Duke la sua tredicesima Final Four. La prima per Paolo Banchero, che nobilita la stagione da copertina con un traguardo che ai Blue Devils mancava dal 2015. Battono Arkansas 78-69, stavolta senza batticuore dopo quelli sofferti contro Michigan State e Texas Tech e si guadagnano un posto a New Orleans, per la semifinale collegiale statunitense in programma il 2 aprile. Il tecnico Michael William Krzyzewski supera il mitico Wooden e stabilisce un primato che sarà difficilmente eguagliabile, proprio al suo ultimo anno, prima del ritiro. Il lungo di Seattle con passaporto italiano segna 16 punti e aggiunge 7 rimbalzi. Fra i primi 4 prospetti del Draft Nba 2022 è l’unico ancora in gioco, Holmgren (Gonzaga), Smith (Auburn) e Ivey (Purdue) sono già eliminati.

All star team

—  

Duke ha finalmente mostrato tutti i suoi talenti, una collezione da sfilata grandi firme: Paolo ha tirato 4/11 stavolta, ma ha trovato sponde importanti. Mark Williams, il centro, è stato sensazionale in difesa, al solito, e in attacco ha chiuso 6/6, efficiente e prezioso, AJ Griffin ha mostrato, oltre i 18 punti, perché gli scout Nba stravedono per lui. Il veterano Moore al terzo anno a Durham, incredibilmente solo al primo Torneo Ncaa, dimostra che a volte la fretta è cattiva consigliera: lui è cresciuto stagione dopo stagione, ricompensato dai risultati di squadra e dalle quotazioni personali in ascesa come futuro professionista. Ora Duke aspetta (North) Carolina per l’appuntamento più atteso in Louisiana: se i Tar Heels sapranno spegnere il sogno della Cenerentola St Peter’s, sfideranno proprio i rivali storici, incredibilmente mai affrontati al Torneo. Storia che in America non vedono l’ora di raccontare…

La partita

—  

E’ la rivincita della sfida per il titolo del 1994. C’era già Coach K sulla panchina di Duke, con Grant Hill da giocatore simbolo, ma allora vinsero i Razorbacks di Williamson. Si gioca al Chase Center di San Francisco, casa Warriors. Sulla costa pacifica al Torneo Duke era 0-5 di record, con Coach K in panca, prima del 2022. Ma stavolta…subito 22-14 Duke. Banchero parte piano: segna i primi punti dalla lunetta con 11’35” da giocare nel primo tempo. La chiave della gara è la chiusura di prima frazione: 8-0 di parziale per Duke, con la tripla allo scadere di Keels per il 45-33 a metà gara. Banchero con 9 punti dopo 20’ di gioco. Il colpo di grazia ai Razorbacks dell’ottimo Coach Musselman, che avevano saputo eliminare Gonzaga al turno precedente, facendo il “lavoro sporco” per Duke, arriva quando gli Hogs tornano a -5. Coach K rispolvera la zonetta che aveva funzionato contro Tech. Funziona. La difesa si arrabatta, e basta e avanza con tutto quel talento offensivo, quando in attacco tiri col 55%. La Duke di Banchero, che chiude 7/8 dalla lunetta, non è l’unica testa di serie numero 2 qualificata per le Final Four: Villanova, storico ateneo di Philadelphia, supera Houston 50-44 e giocherà nella Big Easy contro la vincente di Kansas-Miami. Ma ora la notizia in America è la favola di Coach K, capace di conquistare le Final Four in 5 decadi diverse, dagli anni 80 ad oggi. E l’ultima ha tinte anche italiane, quelle di un lungo brillante chiamato Paolo.

We would love to give thanks to the author of this short article for this amazing web content

Super Banchero: alle Final Four con Duke. Tredicesima da record per coach K

Debatepost