Nuovo ricovero per Mihajlovic: «Questa malattia è molto coraggiosa per aver voglia di affrontarmi ancora»

di Salvatore Riggio

Il tecnico del Bologna annuncia un nuovo ricovero al Sant’Orsola per il ritorno della malattia: Stavolta non piango, perch conosco il percorso e gioco d’anticipo. Salter qualche partita. Questa malattia molto coraggiosa per aver voglia di affrontarmi ancora. Se non gli bastata una lezione, gliene dar un’altra

Sinisa Mihajlovic ha annunciato in conferenza stampa sabato 26 marzo che la prossima settimana si dovr assentare per intraprendere un nuovo percorso di cure che possa stoppare la malattia. Devo iniziare un percorso terapeutico per evitare complicanze — ha spiegato il tecnico del Bologna —. Stavolta per non entrer in scivolata come due anni fa, ma giocher d’anticipo. Spero che i tempi saranno veloci, ma dovr assentarmi alcune partite. Questa malattia molto coraggiosa per aver voglia di affrontarmi ancora. Se non gli bastata una lezione, io sono qui pronto a dargliene una seconda.

Mihajlovic ha spiegato che, a differenza della prima volta nel 2019, questo non pi il tempo delle lacrime: Questa volta mi vedete pi sereno perch so cosa devo fare e la situazione molto diversa, ha detto, per poi aggiungere: Si pu cadere, ma bisogna trovare la forza per rialzarsi. All’inizio della settimana prossima sar ricoverato in ospedale e so di essere in ottime mani. Seguir la squadra dalla mia camera d’ospedale. Questo inizio di 2022 non stato fortunato per la squadra, ma sono certo che i ragazzi non mi deluderanno. Io lotter sempre insieme a loro e loro lotteranno per me. Non molleremo di un centimetro, risaliremo in classifica e torner qui. Voglio ringraziare il presidente e la citt. Il tecnico ha concluso con una richiesta: Rispettate il mio diritto alla privacy per il tempo che sar necessario. Parlate di me come allenatore, ma lasciate l’uomo alle sue esigenze. Ci vediamo presto e forza Bologna.

Il 53enne tecnico serbo arrivato al Bologna (dove aveva esordito come allenatore nel 2008) il 28 gennaio 2019 in sostituzione dell’esonerato Filippo Inzaghi, ma il 13 luglio dello stesso anno aveva annunciato di avere contratto una forma acuta di leucemia
e di volersi sottoporre subito alle cure che gli avrebbero impedito di svolgere regolarmente il ruolo di allenatore. Il Bologna ha subito chiarito di volerlo aspettare e il 25 agosto, mentre era ancora in cura presso l’ospedale Sant’Orsola di Bologna e dopo 44 giorni di ricovero, Mihajlovic era tornato a sorpresa a sedersi in panchina nella prima partita di campionato a Verona. Il 25 ottobre 2021 si era poi sottoposto a trapianto del midollo (donatore un giovane statunitense di 22 anni). Dimesso il 22 novembre 2019 dall’Istituto di Ematologia Seragnoli, sulla vita di Mihajlovic e della sua famiglia era tornata la serenit. Se non ci fosse stata lei accanto a me non ce l’avrei fatta, raccont il serbo parlando della moglie, Arianna Rapaccioni. Da allora una graduale e costante ripresa, che lo ha portato a raccontare pi volte la sua esperienza trasmettendo parole di speranza anche quando nell’estate 2020 era risultato positivo al Covid durante una vacanza in Sardegna con la famiglia.

In tre stagioni col Bologna Mihajlovic ha conquistato un decimo e due dodicesimi posti, posizione che la squadra ricopre anche in questa sua quarta stagione in rossobl. Iniziato molto bene, il campionato rossobl ha subito una fase critica che ha provocato diversi dissapori tra Mihajlovic e il presidente Joey Saputo, deluso per gli ultimi risultati e dubbioso sulla prosecuzione del rapporto. Il tecnico, che ha un contratto fino al 2023, ha sempre risposto che l’obiettivo del Bologna non la Champions, siamo nella posizione che ci compete.

26 marzo 2022 (modifica il 26 marzo 2022 | 12:55)

We wish to give thanks to the writer of this post for this amazing content

Nuovo ricovero per Mihajlovic: «Questa malattia è molto coraggiosa per aver voglia di affrontarmi ancora»

Debatepost