Presentazione, statistiche e curiosità della 32^

Tra sabato 9 e lunedì 11 aprile si giocherà il prossimo turno di campionato. Curiosità, precedenti, statistiche e stato di forma: tutto quello che c’è da sapere sulle gare della 32^ giornata di Serie A

Empoli-Spezia, sabato 9 aprile, ore 15

Un solo precedente tra le due squadre in Serie A, quello dell’andata al Picco (1-1). Considerando anche la Serie B, nelle ultime cinque sfide tra Empoli e Spezia ci sono stati ben quattro pareggi con il risultato di 1-1. Nelle 6 gare casalinghe giocate in B contro lo Spezia, l’Empoli è imbattuto (3 vittorie e 3 pareggi). Quella toscana è la squadra che nei top-5 campionati europei attende da più tempo la vittoria (non vince da 14 giornate, 7 pareggi e 7 sconfitte): l’ultima volta che è rimasta senza vittorie per 15 volte è stato nel 1999. Lo Spezia ha esattamente gli stessi punti (32) che aveva nella scorsa Serie A dopo 31 giornate. Empoli-Spezia è la sfida tra le due squadre che hanno subito più tiri dagli avversari nel girone di ritorno (198 i toscani, 201 i liguri), inoltre è lo scontro tra i due club che hanno utilizzato i giocatori con l’età media più bassa in questa Serie A.

Inter-Verona, sabato 9 aprile, ore 18

Precedenti nettamente favorevoli ai nerazzurri, che hanno vinto in 36 occasioni contro gli appena 4 successi gialloblù (21 pareggi). Il Verona è la squadra che l’Inter ha affrontato più volte senza mai perdere in Serie A nell’era dei tre punti (21 partite, 17 vittorie e 4 pareggi): l’ultima vittoria veneta risale infatti al febbraio 1992 (1-0 al Bentegodi). Nelle 30 partite giocate a San Siro contro i nerazzurri, inoltre, il Verona non ha mai vinto (11 pareggi e 19 sconfitte) e in 22 di queste non è riuscito ad andare in gol. Inter e Verona si sono incontrate 6 volte di sabato in Serie A: il bilancio è di 6 vittorie nerazzurre. Dopo la vittoria contro la Juve, l’Inter cerca la seconda vittoria consecutiva in Serie A: nel 2022 non l’ha mai trovata. Inter-Verona sarà la sfida tra la squadra che ha recuperato più punti da situazione di svantaggio in questa Serie A (l’Inter, 19) e quella che ne ha persi di più una volta in vantaggio (il Verona, 22).

Cagliari-Juventus, sabato 9 aprile, ore 20:45

Bilancio favorevole alla Juventus, che in totale ha vinto 43 degli 81 precedenti in Serie A (poi 12 vittorie del Cagliari e 26 pareggi). Negli ultimi 11 confronti, sono arrivati 10 successi bianconeri. Nelle ultime 10 trasferte in Sardegna, inoltre, la Juve ha vinto 9 volte. Il Cagliari è reduce da 4 sconfitte consecutive e non perde 5 partite di fila dal gennaio 2021. Da novembre ad oggi, la Juventus è una delle due squadre (l’altra è l’Inter) imbattute in trasferta in Serie A: nelle ultime 9 uscite fuori casa, 6 vittorie e 3 pareggi per gli uomini di Allegri.

 

Genoa-Lazio, domenica 10 aprile, ore 12:30

SERIE A



Mariani per Napoli-Fiorentina, Toro-Milan a Doveri

Sostanziale equilibrio nei precedenti in Serie A tra le due squadre: 37 vittorie del Genoa, 39 della Lazio e 27 pareggi. I biancocelesti si sono imposti in 4 delle ultime 5 sfide contro i rossoblù, segnando in questo parziale ben 15 gol. Negli ultimi 5 incontri al Ferraris, sia Genoa che Lazio sono sempre andati a segno. I liguri non perdono in casa da 5 partite (1 vittoria e 4 pareggi) e per 4 volte hanno mantenuto la porta inviolata. La Lazio è imbattuta in trasferta da 4 partite di campionato (3 vittorie e 1 pareggio) e potrebbe raggiungere le 5 partite esterne utili consecutive per la prima volta dal febbraio 2020. 

Napoli-Fiorentina, domenica 10 aprile, ore 15

Anche in questo caso bilancio equilibrato tra le due squadre: 51 vittorie del Napoli, 53 della Fiorentina e 39 pareggi nei precedenti in Serie A. Gli azzurri sono reduci da tre vittorie nelle ultime tre sfide contro i viola in campionato, ma allo stesso tempo hanno vinto solo 3 delle ultime 8 partite interne in Serie A (1 pareggio e 4 sconfitte). I toscani subiscono gol fuori casa da 11 partite di fila. Napoli-Fiorentina è lo scontro tra le due squadre che hanno il possesso palla medio più alto del campionato in corso: 59% per gli uomini di Spalletti, 57% per quelli di Italiano. Attenzione a Insigne: la Fiorentina è la sua vittima preferita in Serie A (9 gol contro i viola).

Sassuolo-Atalanta, domenica 10 aprile, ore 15

Netto vantaggio dell’Atalanta nei precedenti (10 vittorie contro le 2 del Sassuolo, 5 pareggi) e gol assicurati nelle sfide tra le due squadre (3,35 in media a partita). I nerazzurri non perdono contro i neroverdi in Serie A da 15 partite di fila. L’unico successo interno del Sassuolo contro la Dea è arrivato nella prima sfida in assoluto tra le due squadre in A, 2-0 il 24 novembre 2013. Per la squadra di Gasperini non è un buon momento in campionato: appena 3 vittorie nelle ultime 13 uscite (5 pareggi e 5 sconfitte). Dall’inizio del 2022, il Sassuolo ha il miglior attacco della Serie A (26 gol in 12 partite).

Venezia-Udinese, domenica 10 aprile, ore 15

Equilibrio totale nei 9 precedenti in Serie A: 3 vittorie per parte e 3 pareggi. L’Udinese ha vinto la gara di andata (3-0) e potrebbe ottenere due successi nella stessa stagione contro la squadra arancioneroverde per la prima volta nella massima serie. L’ultima sfida tra queste due squadre al Penzo si è tenuta il 16 dicembre 2001, 7420 giorni fa. In casa, il Venezia non ha mai perso contro i friulani (3 vittorie e 1 pareggio). La squadra di Zanetti è reduce da 5 sconfitte di fila in campionato: l’ultima volta che è arrivato a 6 ko consecutivi in A era il 1967. Venezia-Udinese è lo scontro tra due delle tre squadre con il possesso palla medio più basso di questa Serie A (l’altra è la Salernitana).

Roma-Salernitana, domenica 10 aprile, ore 18

Nessun pareggio nei 4 confronti in Serie A tra Roma e Salernitana: 4 successi giallorossi, 1 granata. La Roma ha perso solo una delle ultime 40 partite nel massimo campionato contro avversarie neopromosse (34 vittorie e 5 pareggi): è successo in questa stagione, contro il Venezia. La squadra di Mourinho è reduce da due clean sheet e potrebbe tenere la porta inviolata per tre partite di fila per la prima volta dall’agosto 2018. La Salernitana ha subìto 66 gol in 29 partite: solo due squadre hanno evitato la retrocessione incassando più di 65 reti in meno di 30 gare stagionali di Serie A: il Casale nel 1932/33 e il Livorno nel 1929/30.

Torino-Milan, domenica 10 aprile, ore 20:45

Precedenti a favore del Milan: 63 vittorie dei rossoneri, contro 33 successi granata e 55 pareggi. Il Milan ha vinto tutte e quattro le ultime sfide contro il Torino con un punteggio complessivo di 11-0: soltanto tra il 1950 e il 1952 i rossoneri hanno ottenuto cinque successi consecutivi contro il Toro. Nell’ultima uscita, vincendo contro la Salernitana, il Torino ha interrotto una striscia di 8 partite senza successi in Serie A. Il Milan non ha segnato nell’ultimo turno e potrebbe rimanere a secco di gol per due incontri consecutivi in A per la prima volta  dal febbraio 2021. Andrea Belotti ha già segnato 5 gol contro il Milan e in caso di gol eguaglierebbe Pulici, Menti e Gabetto come miglior marcatore granata contro i rossoneri nel massimo campionato. Qualora segnasse, Zlatan Ibrahimovic (40 anni e 189 giorni) diventerebbe il secondo più anziano marcatore nella storia della Serie A superando Silvio Piola (40 anni e 131 giorni).

Bologna-Sampdoria, lunedì 11 aprile, ore 20:45

Sarà la sfida numero 100 in Serie A tra Bologna (38 vittorie) e Sampdoria (31). Un pareggio (30 in totale) manca dal 26 gennaio 2014. Striscia positiva per i rossoblù, che contro i blucerchiati hanno vinto le ultime 6 sfide in Serie A, segnando anche almeno 2 gol in ogni match. La Samp non vince a Bologna da quasi 20 anni: l’ultimo successo risale al 2 novembre 2003. Gli emiliani sono a secco di gol da 4 partite in Serie A: l’ultima volta che non hanno segnato per 5 gare risale al 2011. 

We would like to thank the author of this short article for this remarkable content

Presentazione, statistiche e curiosità della 32^

Debatepost