Treviso sgomma nella ripresa: 17-7 al Perpignan e ottavi di finale in tasca

Decisivi i cambi di Bortolami, per il secondo anno consecutivo i veneti accedono alla fase a eliminazione diretta

Il Benetton Rugby torna alla vittoria sconfiggendo Perpignan a Monigo per 17-7, qualificandosi di diritto agli ottavi di finale di Challenge Cup. Dopo un primo tempo complicato, i leoni hanno cambiato marcia nella ripresa, anche grazie ai cambi operati da Marco Bortolami. Per la seconda stagione consecutiva, Treviso accede dunque alla fase ad eliminazione diretta della Challenge Cup, da cui lo scorso anno fu eliminata dal Montpellier ai quarti di finale.

Primo tempo

—  

Complice il temporale abbattutosi su Treviso, il match viene posticipato di quindici minuti rispetto all’orario iniziale delle 16.15. A risentire delle condizioni climatiche è lo spettacolo, con entrambe le squadre che prediligono il gioco al piede a causa del terreno scivoloso e del vento che ha soffiato per tutto il pomeriggio sul Comunale di Treviso. Dopo 6’ di studio, è Da Re a tramutare un fallo di Perpignan nei primi tre punti del match, portando dunque Treviso in vantaggio. Tuttavia, due touche consecutive sbagliate all’interno dei 22 dell’USAP non permette ai biancoverdi di ampliare il vantaggio, con gli ospiti che prendono coraggio con il passare dei minuti, pur senza creare grandi occasioni. Ci pensa dunque il Benetton a portare Perpignan nei propri 22 con quattro falli nel giro di tre minuti: gli ospiti si lasciano ingolosire dal bersaglio grosso, uscendo da quattro minuti di pressione nella redzone trevigiana senza punti. Al 34’, il primo colpo di scena, con un rimpallo nella metà campo del Benetton che premia Dubois libero di schiacciare in meta: il TMO annulla per un in avanti di Tilsley. Sono dunque Duvenage e Tavuyara al 38’ a confezionare il regalo che permette all’USAP di chiudere la prima frazione in vantaggio con uno scontro aereo nel tentativo di gestire un calcio di Fernandez: Sawailau è il più rapido a raccogliere l’ovale, segnando il 3-5 poi trasformato dal piede di Rodor. Con il minimo sforzo, Perpignan chiude così il primo tempo in vantaggio.

Ripresa

—  

La ripresa si apre con l’ennesima touche sbagliata da Nicotera (condizionato dal meteo), non lasciando presagire nulla di buono in casa Benetton. Sono i cambi operati da Marco Bortolami a fornire nuova linfa a Treviso, Albornoz e Nemer su tutti. È la stessa apertura argentina a riportare davanti nel punteggio i leoni al 52’, sfruttando un buco nella linea difensiva dei francesi per schiacciare in meta il 10-7. Dalla prima meta, Treviso non si volta più indietro. Un calcio di Albornoz dai propri 50 uscito nei 22 avversari offre un’ottima piattaforma al Benetton, che conquistano superiorità numerica dopo tre azioni sulla linea di meta dell’USAP. Al quarto tentativo di pick-and-go dal punto, è Els a sfondare la resistenza degli ospiti e segnare la seconda ed ultima meta di giornata di Treviso. Il vento soffia fuori dai pali due piazzati semplici di Albornoz, ma Perpignan non ne ha più, mentre la spinta del Benetton sembra aumentare di intensità di minuto in minuto. L’ultimo squillo dei padroni di casa arriva al 75’, quando Ivan Nemer esce da una maul di Perpignan con l’ovale tra le mani, conquistando al piede una rimessa nei 22 avversari: Ruzza raccoglie, ma Treviso non riesce a costruire un’azione poi degna di nota. Il Benetton controlla l’ultimo tentativo di Perpignan, conquistando così vittoria e qualificazione. Niente riposo per il leone dunque, che settimana prossima sarà impegnato nell’ottavo di finale di Coppa, con l’obiettivo di fare più strada possibile.

We want to thank the author of this write-up for this incredible content

Treviso sgomma nella ripresa: 17-7 al Perpignan e ottavi di finale in tasca

Debatepost