Il Boca, Djokovic e la Next Gen: il mondo dello sport saluta Del Potro

L’addio dell’argentino, campione Us Open 2009, ha emozionato colleghi e tifosi. E anche il n. 1 al mondo lo omaggia

Fra gli applausi del suo pubblico Juan Martin Del Potro lascia in lacrime il torneo di Buenos Aires e in maniera definitiva anche il mondo dello sport, che nel corso della giornata ha rivolto al gigante di cristallo un saluto particolarmente sentito, attraverso messaggi e post che si sono rincorsi per tutta la giornata sui social.

La squadra del cuore

—  

Caldo e confortante come quello di una madre il grande abbraccio del Boca Junior su Twitter: “Per rappresentare questi colori nel migliore dei modi. Per il cuore e la garra. Per la perseveranza. Per i trionfi e gli insegnamenti tratti dalle sconfitte. Per aver giocato ogni partita in modo fedele alla nostra storia, al Boca. Congratulazioni, @delpotrojuan! Ti aspettiamo a casa”.

La Sabatini in tribuna

—  

Ad assistere all’ultimo match del campione argentino nella scorsa giornata c’era anche l’altra leggenda di casa Gabriela Sabatini, sulla quale si sono posati più volte gli sguardi delle telecamere. La ex tennista è apparsa tesa e preoccupata nel momento in cui ha realizzato che la partita con Delbonis era ormai in dirittura di arrivo. Ecco qual è stata la sua reazione nel momento del break decisivo:

Il compagno di Tour

—  

Di grande comprensione il pensiero del collega della vecchia guardia Andy Murray, insieme al quale Del Potro ha condiviso le gioie e i dolori dell’aver vissuto in un’epoca tennistica dominata da tre fenomeni insormontabili, riuscendo nonostante tutto a ricavarsi uno spazio importante negli albi d’oro dei tornei che contano, oltre che nei cuori dei tifosi. “Sta soffrendo da tanto tempo”, ha dichiarato Murray. “Ha avuto tanti infortuni nella sua carriera, so cosa significa non riuscire più a trovare soluzioni per riprendersi. Pochi avevano dei colpi potenti come i suoi, il suo diritto era incredibile”.

Il numero 1

—  

Anche Novak Djokovic si è unito ai colleghi nel saluto alla Torre di Tandil. Il serbo ha condiviso nelle sue storie Instagram un’immagine della partita della scorsa giornata accompagnata dal messaggio: “Grazie per tutte le emozioni, Juan. Sei grandissimo”.

Tiafoe, piccolo fan

—  

Con il suo diritto ha fatto innamorare anche le nuove generazioni Delpo, la prova è il messaggio postato dallo statunitense Frances Tiafoe: “So che in questo momento sembrerò un completo fanboy, ma lo sono. Spero che questa non sia stata la tua ultima partita. Ma in caso contrario voglio dirti grazie. Da piccolo eri il mio giocatore preferito. Sei stato il primo professionista che mi ha firmato una pallina. Quando hai vinto lo Us Open nel 2009 ho pianto. Ai miei occhi sei da Hall of Fame. Cammina a testa alta, hai lasciato un segno enorme in questo sport”.

A Rotterdam

—  

Nel frattempo, dall’altro lato dell’emisfero, anche il pubblico dell’ATP 500 di Rotterdam ci tiene a fare sentire tutto il proprio calore al campione argentino.

Sugli spalti si vede un cartellone che recita: “Delpo, sarai per sempre nei nostri cuori”.

We wish to thank the writer of this write-up for this remarkable web content

Il Boca, Djokovic e la Next Gen: il mondo dello sport saluta Del Potro

Debatepost